I videogiochi preferiti degli atleti più famosi

Non solo giochi per bambini, molti dei più grandi atleti usano infatti i videogiochi per staccare un po' dalle loro stressanti vite.

Nel mondo degli sport, la competizione è il motore che spinge gli atleti a superare i propri limiti e raggiungere risultati straordinari. Tuttavia, quando si spengono i riflettori e si rientra nella vita quotidiana, molti di questi campioni si ritrovano a cercare relax e svago. Sorprendentemente, molti atleti di livello mondiale scelgono i videogiochi come il loro passatempo preferito. 

Da grandi campioni a videogiocatori appassionati

Scopriamo quali sono i titoli che sono capaci di far battere forte il cuore degli atleti quando si trasformano da protagonisti del campo a videogiocatori appassionati. I videogiochi infatti si rivelano essere il rifugio ideale per molti atleti, offrendo un modo divertente per rilassarsi e, allo stesso tempo, mantenere viva la fiamma della competizione. Alcuni optano su videogiochi più classici, in modo da potersi rilassare e divertire, altri invece preferiscono videogiochi più competitivi, tanto da creare una vera e propria carriera parallela a quella sportiva.

Sinner: tennis e fortnite, accoppiata vincente

Il giovane tennista italiano Jannik Sinner, protagonista assoluto dell'ultima edizione degli Australian Open, e recentemente nuovo numero due al mondo, noto per la sua grinta sul campo da tennis, si rilassa e sperimenta un diverso tipo di competitività nel mondo di Fortnite. Con la sua abilità nel tennis, Sinner porta la stessa determinazione anche nel famoso gioco di sopravvivenza, dove si unisce a milioni di giocatori per conquistare la vittoria, ammettendo però di non essere bravo quanto nel tennis. Soprattutto durante il 2020, nel lungo periodo di quarantena, il campione italiano approfondì il suo rapporto con il titolo di Epic Games, postando su Instagram una foto dove diceva "Quando non gioco a tennis, è qui che potete trovarmi".

LeBron James un futuro come streamer di Madden

Il leggendario cestista LeBron James, rinomato per il suo dominio nei campi da basket, estende la sua passione per il gioco anche al mondo del football americano virtuale. Madden NFL diventa il rifugio perfetto per LeBron, dove può mettere alla prova le sue abilità strategiche e decisionali in un ambiente che, sebbene diverso dalla pallacanestro, conserva comunque l'intensità e la competizione che lui ama. Poco tempo fa inoltre, lo stesso LeBron aveva aperto alla possibilità di estendere questa sua passione in un vero e proprio lavoro, infatti dichiarò l'intenzione di aprire un canale per streammare le sue carriere di Madden. 

View post on Twitter
View post on Twitter

 

Erling Haaland: un goleador appassionato di diamanti

Il calciatore Erling Haaland, la star del Mancester City, è ormai uno dei giovani talenti più affermati nel mondo del calcio e trova un rifugio virtuale fuori dal campo nel creativo universo di Minecraft. Nel gioco, Haaland ha la libertà di costruire il suo mondo e sperimentare la stessa creatività che mostra sul campo da calcio. Minecraft diventa così un luogo dove Haaland esplora nuove sfide in un contesto completamente diverso rispetto al terreno di gioco tradizionale. Fino a qualche anno fa non voleva rivelare quale fosse il videogioco in cui spendeva gran parte del suo tempo libero, poiché si imbarazzava. Tuttavia pochi mesi fa, pubblicò una storia di lui ed alcuni suoi amici con #squad prima di entrare nel portale End, indossando un'armatura completa di diamanti, dimostrando quanto fosse preparato per sfidare il drago.

I calciatori amano i videogiochi 

Non solo il bomber norvegese, ma sono tantissimi i calciatori che passano ore ed ore a videogiocare, spesso anche più di noi "videogiocatori comuni", coronando anche sogni come quello di essere inseriti come personaggi in alcuni titoli. Ovviamente non stiamo parlando solo di titoli calcistici come eFootball o EaFc, in cui loro sono i protagonisti assoluti del titolo. Prendiamo in esempio il caso di Lionel Messi, uno dei più grandi calciatori della storia del calcio moderno, da sempre grande appassionato di PUBG Mobile, tanto che nel 2022 il calciatore fu inserito come personaggio giocabile nel titolo. Inoltre il calciatore argentino è molto attivo anche nel mondo degli esport, infatti con l'amico e calciatore Aguero, ha deciso di collaborare nell'organizzazione KRU Esport, il team di Valorant dell'America Latina.
 

Tornando al calcio italiano, sappiamo che anche il capitano del Napoli, Giovanni Di Lorenzo, è un grande appassionato di videogiochi. In particolare abbiamo potuto notare che è un discreto giocatore di Call of Duty e Warzone, tanto che per il lanio di Call of Duty: Warzone III è stato scelto come uno dei testimonial ufficiali del gioco in italia, coinvolgendo alcuni suoi compagni di squadra per un match 3v3.
cod_warzone-1-1024x576.jpg

 

Anche il fenomeno del Brasile, Neymar, non ha mai nascosto la sua grandissima passione per i videogiochi, ma non per un solo titolo nello specifico, anzi per molti videogiochi. Come per Di Lorenzo, il videogioco preferito del brasiliano si è rivelato essere Call of Duty, infatti ha rivelato di passarci ore ed ore, soprattutto in multiplayer con alcuni suoi colleghi. Altra grande passione che è ben nota è quella per la saga di Counter Strike, tanto che ha pregato gli sviluppatori per essere tra i giocatori a poter provare l'open Beta del titolo. Recentemente inoltre, ha scherzato sui social quando all'amico e connazionale Gabriel Jesus, è stato bloccato l'account (di ben 38 000$) per cheating.

View post on Twitter
View post on Twitter

 

Marcel Jacobs e Tamberi, una storia italiana

In questo articolo abbiamo raccontato storie di passioni ed amicizie, nate sia sul campo di gioco che in quello virtuale, ma forse la storia più bella è quella delle olimpiadi di Tokyo 2022. Marcel Jacobs e Gianmarco Tamberi avrebbero dovuto affrontare una delle sfide più difficili della loro carriera sportiva, per staccare un po' la sera prima delle rispettive finali decisero di passarla in camera a videogiocare e parlare delle olimpiadi in corso. Tra una corsa di F1 e qualche partita ad NBA 2K, ridevano e scherzavano dicendo "immagina se domani vinciamo entrambi l'oro".   

Consigliati