Microsoft sta lavorando a un chatbot AI per Xbox

I dipendenti di Xbox hanno testato un chatbot virtuale che aiuta a risolvere le domande degli utenti, inclusa l'assistenza e le pratiche di rimborsi

CREDITI: Dreamstime

Microsoft sta testando un nuovo chatbot per Xbox dotato di intelligenza artificiale, che può essere utilizzato per automatizzare le attività di assistenza. Alcune fonti vicine all'azienda multinazionale statunitense hanno riferito che il gigante del software sta infatti testando un "personaggio AI" che si anima quando risponde alle richieste di assistenza di Xbox. A quanto pare, questo chatbot Xbox AI fa parte di uno sforzo ben più ampio di Microsoft che intende applicare l'intelligenza artificiale all'intera piattaforma e a tutti i servizi Xbox.

Un Support Virtual Agent in grado di elaborare i rimborsi

Il chatbot AI è collegato ai documenti di supporto di Microsoft per la rete e l'ecosistema Xbox e può rispondere alle domande e persino elaborare i rimborsi dei giochi dal sito web di supporto. Negli ultimi giorni, Microsoft avrebbe ampliato i test per il suo chatbot Xbox, suggerendo che questo prototipo di "Xbox Support Virtual Agent" potrebbe un giorno gestire le domande di assistenza per tutti i clienti Xbox. Microsoft ha infatti confermato al sito web The Verge l'esistenza del suo chatbot:

 

"Stiamo testando un Xbox Support Virtual Agent, un prototipo interno di personaggio animato che può interrogare gli argomenti del supporto Xbox con la voce o con il testo", ha dichiarato Haiyan Zhang, direttore generale dell'IA di gioco di Xbox. "Il prototipo rende più facile e veloce per i giocatori ottenere aiuto su argomenti di supporto utilizzando il linguaggio naturale, prendendo le informazioni dalle pagine di supporto Xbox esistenti"

 

View post on Twitter
View post on Twitter

 

Il chatbot Xbox inizierà chiedendo ai giocatori "Come posso aiutarti oggi?" e potrà rispondere rapidamente a richieste di assistenza che vanno da una console rotta all'aiuto per risolvere problemi con gli abbonamenti a pagamento. Alcune fonti riferiscono che il chatbot Xbox è attualmente in fase di test all'interno di Microsoft.

Chatbot Xbox AI: è solo l'inizio

Come accennato poco sopra, il prototipo di chatbot Xbox di Microsoft fa parte di uno sforzo più ampio all'interno di Microsoft Gaming per portare funzionalità e strumenti basati sull'intelligenza artificiale alla piattaforma Xbox e agli strumenti per gli sviluppatori. Alcune fonti riferiscono a The Verge che Microsoft sta anche lavorando per portare le funzioni di intelligenza artificiale nella creazione di contenuti, nelle operazioni di gioco, nella piattaforma e nei dispositivi Xbox. Ciò include la sperimentazione di arte e risorse generate dall'IA per i giochi, il test con l'IA e i PNG generativi che Microsoft ha già sviluppato in collaborazione con Inworld.

 

Microsoft sta inoltre valutando la possibilità di costruire Copilot dotati di intelligenza artificiale per compiti di sicurezza, tra cui la moderazione dei contenuti sulla piattaforma Xbox e l'assistenza nei processi di applicazione. Microsoft sta anche valutando come aggiungere assistenti AI nei giochi, offrendo agli utenti la possibilità di ricevere aiuto mentre giocano. Dopotutto, durante una riunione di Xbox all'inizio di quest'anno, i dirigenti di Microsoft hanno delineato una visione "Xbox Everywhere" che includeva l'"innovazione dell'IA" come parte fondamentale di questa ambizione, insieme al suo ecosistema di dispositivi e a una piattaforma Xbox che consente agli utenti di giocare ovunque vogliano.

 

View post on Twitter
View post on Twitter

 

Microsoft ha annunciato una Xbox di prossima generazione pochi giorni dopo l'incontro con tutti gli addetti ai lavori, incluso il presidente di Xbox Sarah Bond che ha promesso "il più grande salto tecnico che abbiate mai visto in una generazione di hardware". Parte di questo salto tecnico è molto probabile che riguarderà proprio l'intelligenza artificiale.

 

Nel frattempo, si dice che Sony si stia preparando a lanciare una console PS5 Pro nel corso di quest'anno che includa la PlayStation Spectral Super Resolution (PSSR), una tecnica di upscaling delle immagini. L'upscaling dell'immagine potenziato dall'intelligenza artificiale su console non è stato adottato in modo così diffuso come gli equivalenti giochi per PC, mentre Immortals of Aveum diventerà presto il primo gioco per console con il supporto alla generazione di fotogrammi FSR 3 di AMD. Microsoft, probabilmente, vorrà evitare di rimanere indietro rispetto agli sforzi di Sony per l'upscaling dell'IA.

 

View post on Twitter
View post on Twitter

 

È chiaro, infatti, che Microsoft sta pensando sempre di più all'IA nei giochi, ma il modo in cui si presenterà per la prima volta probabilmente non sarà quello avanzato di cui si sta discutendo internamente. Potrebbe invece apparire, molto più semplicemente, con un sorriso animato quando si cerca di capire come risolvere un codice di errore della Xbox.

Consigliati