Inter - Napoli: Dati del top match sia nel calcio reale che in quello virtuale

Inter Napoli non è solamente il big match di domenica 17 marzo, ma è anche uno scontro virtuale a suon di numeri ed incontri nel calcio virtuale

CREDITI: Dreamstime

Le società di Inter e Napoli questa sera si affronteranno sul campo da gioco dello stadio Giuseppe Meazza in quel di San Siro, Milano, per la 29° giornata del campionato di Serie A Tim 23/24. Ma lo scontro tra le due società calcistiche non sarà solo reale sul prato dello stadio, ma anche virtuale con sfide a suon di numeri e storie particolari riguardo l'esport.

Napoli storia travagliata con l'esport e i videogiochi

Partendo dalla squadra partenopea, il Napoli non ha mai avuto un bel rapporto con il mondo esport, anzi, la società del patron Aurelio De Laurentis è stata una delle ultime società sportive italiane a credere nel progetto degli sport virtuali, non senza qualche riluttanza. Per intenderci, le prime squadre di calcio che gravitano attorno alla massima serie, la Serie A, ad investire nel mondo degli sport elettronici sono state: Genoa, Sampdoria ed Empoli.
 

La storia travaglia con i videogiochi e con l'esport per il Napoli parte da anni lontani, dalla risalita nella massima serie italiana, la squadra partenopea ha sempre optato per concedere la propria licenza ufficiale della squadra, solo in esclusiva, facendo così aizzare la gara tra FIFA e PES per aggiudicarsi la licenza della squadra di Napoli. Dal 2022 la società azzurra ha optato per cambiare nuovamente il proprio fronte, passando in esclusiva a PES, o come si chiama oggi eFootball, con i relativi accordi stretti con Konami non solo relativi a stemma e magliette ufficiali, ma con il vincolo di poter partecipare solo ai campionati di eFootball, rimanendo così tagliati fuori dalla eSerie A. (Ricordiamo che nella prima edizione della eSeriea 2021 la lega scelse di ospitare la propria competizione su entrambi i giochi calcistici FIFA 21 e eFootball).
 

L'ultima apparizione della squadra esportiva degli attuali campioni d'Italia in carica è datata 2023, per la precedente edizione della coppa eFootball Italia, in cui venne eliminato al primo turno nello scontro diretto proprio con l'Inter per 2-1 e dovendo salutare dunque i propri sogni di gloria. Una delle storie legate all'esports ed a Napoli va attribuita al Napoli esports, il quale con la società azzurra condivide solo la città e le ambizioni di vittoria. Il team napoletano ha raggiunto la top4 Fifa eClub World Cup 2023 ed oggi vorrebbe ambire a qualcosa di più, anche grazie anche agli ottimi risultati in Serie A di Luconegua, che sta portando in alto i colori granata del Torino FC, puntando ad una qualificazione alla prossima eChampions League.

Inter da Fifa a PES

Per l'Inter il discorso è molto diverso, infatti la propria presenza nel mondo dei videogiochi è sempre stata molto importante per le visioni societarie. Riconoscendo da tempo il potenziale della macchina esportiva, la volontà da parte della proprietà cinese è sempre stata quella di investire molto nell'esport e soprattutto farlo in ciò che è più conosciuto, il palcoscenico di League of Legends con il team dei Suning Gaming.
 

Suning Gaming si è concentrata principalmente sulla partecipazione a competizioni di videogiochi come League of Legends, ad oggi uno dei giochi più popolari nel panorama degli esport. La squadra di League of Legends di Suning Gaming ha partecipato alla Chinese League of Legends Pro League (LPL), una delle principali leghe di LoL al mondo, competendo contro altre squadre di alto livello in Cina.
 

Nel 2020, Suning Gaming ha raggiunto l'apice del successo nella LPL, qualificandosi per il Campionato del Mondo di League of Legends (Worlds), dove ha ottenuto risultati significativi arrivando fino alla finale, anche se alla fine è stata sconfitta dai campioni in carica, i sudcoreani della DAMWON Gaming. Tuttavia, questo risultato ha portato una grande visibilità e prestigio a Suning Gaming ed ha contribuito a consolidare la loro reputazione nel mondo degli esport. Proprio in occasione della finale del mondiale di League of Legends i calciatori dell'Inter: Barella, Lautaro e Darmian si sono uniti su i social per augurare il successo alla squadra.

 

View post on Instagram
 
View post on Instagram
 

Oltre agli investimenti di Suning nel mondo di League of Legends, la proprietà ha poi voluto cimentarsi con le competizioni legate al calcio, con l'Inter che ha disputato la prima edizione della eSerie A, senza però ottenere un posizionamento ottimale, tuttavia investendo molto sia in ambito internazionale, che europeo, come con Levy, giocatore olandese di Xbox, oggi militante all'Ajax, con il quale si sono laureati campioni d'Europa alle FIFA 21 Global Series - Xbox One, e con investimenti anche oltre oceano in Sud America con diversi giocatori.
 

L'avventura sul Fifa competitivo durerà poco perchè al termine del 2022 verrà annunciata una partnership importantissima con Mkers, storica società capitolina leader nel settore degli esport e soprattutto di FIFA, ecco le dichiarazioni della società in merito al passaggio a eFootball e alla collaborazione con Mkers:

 

Si alzano i veli sulla nuova squadra di Esports dell'Inter. Dopo l'annuncio della collaborazione con Mkers, la più grande agenzia Esports italiana, il club nerazzurro presenta ora i tre pro player che difenderanno i colori nerazzurri nei tornei KONAMI per la stagione 2022/23. Il nuovo roster del team di Inter Esports, debutterà domenica 27 novembre sul main stage della Esports Arena, a Milan Games Week & Cartoomics, durante l’evento organizzato da KONAMI, Global Football Videogame Partner del Club. Rosario Accurso alias Npk dall'Italia, Mehrab Esmailian alias MeroMen dalla Germania, Christopher Maduro Morais alias Christopher_M_M: sono questi i tre pro player che si cimenteranno nei tornei in questa stagione.

 

 

View post on Instagram
 
View post on Instagram
 

 

Consigliati