FC PRO Open: trionfa PHZIN

Si chiude con la vittoria di PHZIN il primo grande torneo della nuova stagione competitiva di FC 24, ripercorriamo quanto successo nei playoff

Con l'ultimo weekend di gioco, si sono svolti i playoffs del FC Pro open, primo vero torneo della stagione competitiva di EA FC 24, il quale da il calcio d'inizio ad una stagione di eventi, andiamo nel dettaglio a vedere però come sono andate le partite che hanno portato PHZIN ad alzare il trofeo.

I primi due quarti

A rompere il ghiaccio di questo attesissimo finale di evento, sul palco del FC 24 pro open, c'è anche un po' di Italia. Nel primo quarto di finale il nostro Obrun2002, player dell'Hellas Verona x Exeed, affronta Emre Yilmaz, giocatore olandese classe 2004 del team Gullit. Nel secondo quarto di finale invece giocano PHZIN, player brasiliano della squadra dei lanceri di Amsterdam vice campioni di Olanda, e AbuMakkah, giocatore saudita  del team Falcons. Nella sfida che tocca le nostre corde, si sfidano il giocatore con più gol realizzati nella fase a gruppi ( Emre Yilmaz), contro il player che ne ha realizzati meno ( Obrun2002), nelle due sfide vanno a segno per primi Emre Yilmaz e PHZIN, le due partite sono state giocate contemporaneamente.

 

Emre Yilmaz difende ordinatamente ed il lungo ragionare di Obrun lascia molto respiro all'olandese, che si difende dagli attacchi avversari, il pareggio però arriva nella seconda partita con AbuMakkah che strappa il pareggio poco dopo essere andato in svantaggio. Emre Yilmaz, riesce su una disattenzione di Obrun ad imbucare la sua difesa ed ottenere il doppio vantaggio in poco tempo, aumentando la pressione sul player italiano. La conquista del 2-1 di Obrun arriva dopo che nella partita di PHZIN, i due si erano scambiati altri 2 gol, portando così il risultato sul 2-2 nell'altro campo. Il primo tempo si chiude sullo stesso risultato per PHZIN vs AbuMakkah (  2-2 ) mentre per Obrun e Emre Yilmaz le cose sembrano più indirizzate con un 3-1 a favore dell'olandese.

 

 

Il secondo tempo racconta di un predominio di Emre Yilmaz, il quale sfruttando un errore in costruzione dal basso di Obrun segna il 4-1, mentre sull'altro campo il vantaggio si alterna per arrivare alla soglia dei supplementari sul 3-3. Obrun viene dunque eliminato da Emre Yilmaz, non senza combattere chiudendo sul 4-3, mentre nell'altro match PHZIN, riesce a vincere con un gol a tempo ormai scaduto di Mbappè, portandosi a casa qualificazione e partita.

Gli ultimi due quarti di finale

Nel terzo quarto di finale, si scontrano Levideweerd del team Gullit, olandese anche lui, contro Umut, player tedesco del club esportivo del Red Bull Leipzig gaming, nel quarto invece lo scontro vede di fronte Vejrgang, player danese del club esportivo del Red Bull Leipzig gaming, e Young, player brasiliano del team Tuzzy-esports. La partita tra Levideweerd è anche il match tra la squadra che ha concesso meno goal e ottenuto un possesso palla medio più alto, quella dell'olandese, contro la squadra del player con la percentuale realizzativa più alta, pur essendo al tempo stesso Umut il player a calciare meno in porta di tutti gli altri del torneo.

 

Umut e Young, sbloccano rispettivamente i propri match venendo però in entrambi i casi recuperati in un men che non si dica. Levideweerd e Vejrgang cercano entrambi di imporre il proprio gioco fin da subito, Umut tornerà nuovamente in vantaggio mentre invece Vejrgang, riuscirà ad ottenere una parvenza di vantaggio con il gol del 2-1 venendo però poi recuperato sul 2-2 dal proprio avversario pochi minuti dopo. Andando a riposo con le due partite rispettivamente sul 1-2 e sul 2-2. Rientrati dopo la breve pausa, Young torna subito in vantaggio con il goal del 3-2 e Levideweerd riesce ad ottenere il pareggio, aprendo così la strada ad un nuovo finale di partita. Il pareggio di Vejrgang è un cioccolatino che propizia l'idea che anche questa sfida possa andare oltre i 90 minuti regolamentari. Prima della fine delle ostilità tra il danese ed il brasiliano, ci vengono regalati altri due goal, con altrettante esultanze polemiche.

 

Levideweerd e Umut, arrivano fissi sullo stesso risultato, 2-2, fino al secondo tempo supplementare in cui l'olandese segnerà per primo, non riuscendo però a gestire il vantaggio  si fa rimontare quasi immediatamente. La partita si chiuderà ai rigori, con Levideweerd che trionferà per 4 a 1, dopo i due errori dagli 11 metri di Umut. Tra Young e Vejrgang, la partita si accende dopo il 115, momento in cui il brasiliano segna e la partita sembra finire per il suo avversario, che invece al 119 segnerà il 5-5 e rimandando così l'esito del match alla lotteria dei calci di rigore, dove trionferà il danese per 5-4 con un errore abbastanza plateale del brasiliano.

Le semi finali e la finale

La prima semifinale vede impegnati dunque PHZIN e Emre Yilmaz, il primo goal di Emre Yilmaz, sembra mettere già i puntini sulle i in un matchup, che dovrebbe vederlo uscire favorito, ma la risposta repentina del brasiliano sembra aprire a tante nuove possibilità. Il primo tempo si chiuderà 4-1 in favore di PHZIN, con la partita che sembra essere irrimediabilmente incrinata, ottenendo l'8-1 la pressione si abbassa e c'è giusto poi il tempo per l'olandese di ottenere il goal della bandiera chiudendo qui il suo percorso al FC pro open, con un 3-4 ° posto interessante per la prossima stagione. 
Vejrgang apre le danze della sua semifinale, in quella che si rivelerà l'ennesima partita difficile per il player del Red Bull Leipzig gaming, l'1-1 arriva velocemente, ma altrettanto velocemente arriverà il 2-1, il primo tempo si chiuderà però sul 3-1 per Vejrgang. Al 67° viene segnato il goal del 4-1 che virtualmente chiuderà la gara, lasciando giusto il tempo per Levideweerd di prendersi il 4-3 prima del triplice fischio dell'arbitro.

 

La finale è un tripudio di emozioni con PHZIN che si scontra contro il giovanissimo Vejrgang, che sulla strada ha abbattuto mostri sacri e sembra pronto a prendersi un trofeo importantissimo. La partita si apre con un 1-0 del brasiliano che dura solo il tempo di festeggiare, che il danese si rifà sotto e segna l'1-1, la partita continua ad alternare il vantaggio dell'uno o dell'altro fino al momento del 5-5 intorno al 73° minuto della partita, nei minuti di recupero nuovamente come nel suo primo match PHZIN segna il gol del 6-5 e si lascia andare in una commozione incredibile conscio dell'obbiettivo appena raggiunto.

Consigliati