Call of Duty Black Ops 6: la guerra nel golfo ci aspetta su Xbox game pass dal Day 1

Call of Duty Black Ops 6 il nuovo gioco di Activision e Blizzard ci porterà nel conflitto per liberare il Kuwait e arriverà fin da subito su Game Pass per la prima volta

call-of-duty-black-ops-6-la-guerra-nel-golfo-ci-aspetta-su-xbox-game-pass-dal-day-1-main

Come riportato qualche giorno fa, il nuovo Black Ops 6 era ormai alle porte, il suo annuncio imminente avrebbe rivelato le carte in tavola e quest'oggi è uscito il primo trailer che mostra alcuni dei dettagli che rivelano le ambientazioni ma soprattutto i temi trattati in questo nuovo capitolo, con in oltre una sorpresa molto importante per tutti i possessori di Xbox Game pass.

Call of Duty Black Ops 6, pronti per la guerra del golfo su Xbox Game Pass

Il ritorno di una delle saghe più amate non poteva che essere in grande stile, dopo il passaggio nella guerra fredda con l'ultimo capitolo della saga Black Ops, questa volta i ragazzi di Activision hanno deciso di intraprendere una decisione importante e toccare uno dei temi più spinosi degli scenari bellici contemporanei, quindi sarà importante comprendere come la casa di sviluppo della serie Call of Duty abbia deciso di interpretare ciò che è successo nella guerra del golfo, con un possibile focus sulla prima e con l'operazione Desert Shield e Desert Storm.

 

View post on X
View post on X

 

Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando quando si parla della Prima Guerra del Golfo, nota anche come Operazione Desert Storm, si parla di  un conflitto militare che è scoppiato nel 1990 quando l'Iraq di Saddam Hussein hanno invaso il Kuwait. Questa invasione ha scatenato una risposta internazionale guidata dagli Stati Uniti, con il sostegno di una coalizione di nazioni, che ha visto la liberazione del Kuwait e la sconfitta dell'Iraq nel 1991. La guerra ha visto l'uso di intense operazioni aeree e terrestri, con una rapida vittoria delle forze della coalizione e un cessate il fuoco che ha portato alla liberazione del Kuwait e al mantenimento dell'equilibrio di potere nella regione.

 

Purtroppo come già successo con Six Day in Fallujah, il quale fa riferimento alla Seconda Guerra del Golfo, i temi tratti sono ancora nervi scoperti e sarà importante che il pubblisher non tradisca la sua straordinaria dote di raccontare storie senza romanzarle eccessivamente, ma senza scendere in situazioni troppo difficili da digerire, come un possibile riferimento all'11 settembre 2001. Tornando su temi più comuni però il gioco sarà rivelato al mondo intero il 9 giugno e porterà con se sprazi di gameplay, ultima cosa anche se non per importanza, Black Ops 6 arriverà fin dal suo lancio al day one su Xbox Game Pass permettendo a tutti gli abbonati di giocarvi senza costi aggiuntivi, segnando così una grossa rivoluzione per il mondo di Call of Duty. Il gioco comunque sarà un multi piattaforma e non sarà esclusiva Xbox.

Consigliati