Zerocalcare ed altri creators contro il Lucca Comics

A seguito dell'annuncio del patrocinato d'Israele al Lucca comics & Games 2023 molti creators hanno deciso di non partecipare

A pochi giorni dall'inizio delle fiere più importanti in Italia, il Lucca Comics & Games 2023, molti artisti e creators hanno deciso di non prendere più parte all'evento a causa della presenza del patrocinio di Israele alla fiera.

Cosa sta accadendo a pochi giorni da Lucca

Pochi giorni fa è stato annunciato che tra i vari stand presenti al prossimo Lucca Comics, ce ne sarà anche uno riservato al patrocinio italiano di Israele. Il problema ovviamente si è mosso dati gli attuali avvenimenti nel mondo, dove la situazione a Gaza è tra le peggiori, la tensione della guerra è alle stelle ed è impossibile (e aggiungerei anche sbagliato) ignorare quello che sta succedendo.

le parole di Zerocalcare

Tra tutte le voci che si sono alzate a seguito dell'annuncio, la più altisonante è senz'altro quella di Michele Rech, in arte Zerocalcare, il famosissimo fumettista romano, molto vicino alla causa, proprio questa mattina pubblica una serie di storie Instagram, dove spiega i motivi per il quale ha deciso non parteciperà al prossimo Lucca Comics.

“In questo momento in cui a Gaza sono incastrate due milioni di persone che non sanno nemmeno se saranno vive il giorno dopo, dopo 6000 morti civili, uomini, donne e bambini affamati e ridotti allo stremo in attesa del prossimo bombardamento, mentre anche le Nazioni Unite chiedono un cessate il fuoco che viene sprezzantemente rifiutato, per me venire lì a festeggiare rappresenta un cortocircuito”.

In molti sono gli artisti che, a poco più di un giorno dall'inizio del Lucca Comics & Games 2023, stanno valutando di declinare l'invito.
Lo stesso Zerocalcare tuttavia, nella sua stessa storia Instagram sottolinea che non bisogna condannare chi ha intenzione di partecipare comunque all'evento, che è soltanto una fiera del fumetto, ma che lui non intende farlo poiché si sente troppo coinvolto nella situazione.

La risposta del Lucca Comics & Games

A seguito delle forti critiche ricevute, il sito ufficiale di Lucca Comics & Games decide di rispondere spiegando le motivazioni per il quale è presente il patrocinio di Israele in fiera.

La copertina di Lucca Comics 2023 è stata realizzata da Asaf e Tomer Hanuka.

La risposta del pubblico

Il discorso è tutt'ora in evoluzione costante: tra battute e feroci scontri di tastiera tra i due schieramenti opposti, sul social di Elon Musk "X", al momento l'opinione del pubblico sembra essere contro la risposta della fiera di Lucca, che sta vedendo una buona fetta del proprio pubblico decidere verso il boicottaggio dell'evento.

Questo anche perchè molti di quelli che hanno acquistato il biglietto, temono di veder la propria esperienza rovinata da proteste e manifestazioni da parte di uno dei due schieramenti.

Consigliati