Microsoft prepara il lancio del proprio digital store per dispositivi mobili

Sarah Bond, presidente di Xbox, ha annunciato al Bloomberg Tech Summit che il negozio di giochi mobile arriverà a luglio di quest'anno

microsoft-prepara-il-lancio-del-proprio-digital-store-per-dispositivi-mobili-1-main
CREDITI: Dreamstime

Questa settimana Microsoft ha annunciato l'intenzione di lanciare un proprio negozio di applicazioni per videogiochi mobili per competere con Apple e Google. Il negozio sarà basato su browser e, inizialmente, si concentrerà sui giochi di Microsoft. La strategia iniziale di Xbox, dunque, sarà quella di presentare agli utenti i suoi giochi più noti, proprio come Candy Crush e Minecraft, e di renderli disponibili direttamente dal web, assicurando un’esperienza fruibile su ogni tipologia di dispositivo e per ogni paese. In futuro, il gigante tecnologico aprirà la vetrina ad altri editori.

Microsoft lancerà il suo store di giochi mobile Xbox

Sarah Bond, presidente di Xbox, ha annunciato l’arrivo del digital store al summit tecnologico di Bloomberg, giovedì 9 maggio. La stessa, ha dichiarato che lo scopo della creazione di un negozio basato sull'accesso tramite web - piuttosto che mediante un'applicazione - è quello di garantire che sia “accessibile su tutti i dispositivi, in tutti i Paesi, indipendentemente dalle politiche dei negozi a ecosistema chiuso”.

 

“Vogliamo assicurarci di iniziare e scalare prima di tutto con la nostra IP. Questo ci permette di assicurarci che l'esperienza che offriamo ai partner si basi davvero su tutta la qualità e l'esperienza che abbiamo come team”

 

View post on X
View post on X

 

Bond ha proseguito affermando che per Microsoft si apre una chiara opportunità di competere con gli altri giganti del settore, sulla base di un negozio che “si estende veramente a tutti i dispositivi: dove chi sei, la tua libreria, la tua identità, i tuoi premi viaggiano con te invece di essere vincolati a un singolo ecosistema”.

 

View post on X
View post on X

 

La divisione giochi di Microsoft, che di recente ha vissuto momenti difficili, ha comunque un solido portafoglio di titoli, tra cui il gioco più popolare di tutti i tempi, Minecraft. Il videogioco sandbox di avventura ha già una versione mobile e Bond ha dichiarato che potrebbe essere una delle prime aggiunte allo storefront. Lo store di giochi mobile Xbox, che sarà dunque disponibile per iOs e Android e avrà la caratteristica di essere accessibile direttamente dal web, è in arrivo a luglio 2024.

La concorrenza nel mercato delle applicazioni mobili

L'attuale ecosistema dei negozi di giochi per cellulari è dominato principalmente dall'App Store di Apple e da Google Play, con le rispettive tariffe e condizioni. Di fatti, alcuni ricorderanno la causa anti-monopolio intentata da Epic Games nel 2021 proprio contro Apple, che si è conclusa all'inizio del 2024 senza fare troppi progressi contro tale presunto monopolio. 

 

View post on X
View post on X

 

Tuttavia, alla fine dello scorso anno è stato stabilito che Google detenesse un monopolio ingiusto e illegale delle applicazioni Android. Nella dichiarazione post processo, Epic Games ha rivelato:

 

"Durante il processo, abbiamo visto come Google fosse disposta pagare miliardi di dollari per "soffocare" gli app store alternativi, pagando gli sviluppatori per abbandonare i propri piani di distribuzione e offrendo loro accordi altamente lucrativi in cambio dell'esclusione dei digital store concorrenti"

 

View post on X
View post on X

 

Questi accordi avevano lo scopo di consolidare il dominio di Google come unico app store in città - e hanno funzionato. Oltre il 95% delle app viene distribuito attraverso il Play Store su Android”. Epic ha anche menzionato la “morsa” che Apple ha sulla distribuzione delle app sugli stessi dispositivi Apple.

 

View post on X
View post on X

 

Sembra che la loro battaglia legale, durata tre anni, abbia spianato la strada ad altri concorrenti per entrare nel settore delle app e dei giochi per dispositivi mobili, e Microsoft non ha mai rifiutato un'opportunità. Resta da vedere se Google e Apple ridurranno o elimineranno le salate commissioni applicate agli acquisti negli app store (attualmente pari al 30% delle vendite) alla luce dell'aumento della concorrenza portato dall'imminente app store di Microsoft.

Consigliati