LinkedIn vuole implementare i videogiochi nella piattaforma

LinkedIn, la famosa App di Microsoft basa sulla proposta e ricerca del lavoro, sta lavorando per implementare dei videogiochi sulla piattaforma.

CREDITI: Dreamstime

LinkedIn, la piattaforma utilizzata da oltre un miliardo di persone per la ricerca del lavoro e come strumento di recruiting, ha deciso di utilizzare una nuova strategia per aumentare l'engagement degli utenti: i videogames! Infatti, grazie a un noto blog americano, è trapelata l'informazione che vedrà come nuovo progetto lo sviluppo di videogiochi all'interno dell'app.

Cos'è LinkedIn?

LinkedIn è un social network professionale di proprietà di Microsoft nato nel 2002, che ha riscontrato un enorme successo nel mondo. Questa piattaforma offre a tutti gli utenti la possibilità di creare profili professionali, entrare in contatto con colleghi e potenziali datori di lavoro utilizzando messaggi diretti o condividendo contenuti. È inoltre possibile acquisire nuove conoscenze attraverso gli articoli e post degli altri utenti. 

 

Questa app conta oltre un miliardo di utilizzatori e si è affermata come uno strumento valido per il networking e il recruiting, rendendo semplice il collegamento tra professionisti di qualsiasi settore. La piattaforma è in costante evoluzione, l'ultima novità in lavorazione è l'aggiunta di funzionalità di gioco, volte ad aumentare l'engagement degli utenti.

LinkedIn e il progetto di implementazione dei videogiochi

Secondo quanto riportato da TechCrunch, blog di divulgazione informatica e tecnologica statunitense, LinkedIn sta sviluppando dei videogiochi all'interno della piattaforma volti ad aumentare il tempo trascorso sulla stessa da parte degli utenti. Il progetto punta a sfruttare la stessa ondata di successo virale che ha reso popolari giochi puzzle come Wordle, titolo acquistato dal New York Times, che ha riscosso un successo incredibile. 

 

Ecco alcuni titoli trapelati sui possibili giochi: "Queens", "Inference" e "Crossclimb". Gli esperti hanno individuato tracce di codice che suggeriscono che LinkedIn non stia creando un gioco fine a se stesso, ma stia esplorando la possibilità di classificare i giocatori in base ai loro luoghi di lavoro e i punteggi ottenuti in game, aprendo potenzialmente la strada ad una competizione tra aziende basata sui punteggi dei dipendenti.

 

View post on X
View post on X

 

Un portavoce di LinkedIn ha confermato il lavoro in corso sul progetto videoludico, tuttavia non è stata fornita alcuna data di lancio ufficiale sul rilascio in app. Si sa poco o nulla sul coinvolgimento di Microsoft, che detiene un vasto impero nel settore dei videogames, comprendente brand del calibro di Xbox, Activision Blizzard e ZeniMax.

I videogiochi nelle applicazioni

I videogiochi hanno dimostrato di essere estremamente popolari e redditizi nelle applicazioni e le piattaforme non-gaming hanno iniziato a cambiare rotta, abbracciando questa tendenza fruttuosa. Un esempio di successo è l'acquisizione da parte del New York Times del famoso gioco Wordle, che registra ancora milioni di giocatori grazie all'implementazione di nuove tipologie di puzzle da parte del giornale. Al contrario, Facebook ha ridimensionato il proprio focus sui giochi per concentrarsi maggiormente sulle esperienze di realtà mista attraverso il suo business Meta Quest.
 

LinkedIn ha costantemente sperimentato nuove funzionalità per mantenere la sua rilevanza nel mondo del lavoro digitale, integrando opportunità come la formazione online, lo sviluppo professionale, la pubblicazione di contenuti e notizie, nonché strumenti video, strumenti perfetti per creator e influencer o aspiranti tali per farsi notare. La piattaforma è in continua evoluzione, adattandosi ai cambiamenti e cercando un contatto sempre più duraturo con i suoi utenti.

Consigliati