Inizia il Valorant ONE PRO Invitational di Yokohama

Fra i partecipanti ci sono i nuovi arrivati del VCT: APAC, i BLEED, i giganti europei Na'Vi e due team giapponesi che hanno recentemente rinnovato le loro formazioni.

2/12/2023

Inizia il 2 novembre alle 9 del mattino il Valorant ONE PRO Invitational, un evento ufficiale della OFF/SEASON del Valorant competitivo, che vedrà 4 team, 3 dalla regione asiatica e uno europeo, affrontarsi in un girone per mostrare i nuovi acquisti che questi team hanno fatto per la prossima stagione di VCT.

BLEED, la grande novità

Sicuramente la squadra che incuriosisce di più i fan sono i BLEED, la squadra che si è guadagnata la vittoria dell'Ascension nella regione APAC e che da quest'anno farà parte del circuito competitivo del VCT, guidati dal celebre coach tedesco Nikola "LEGIJA" Ninic, che si è spostato da Counter-Strike su Valorant e dal 2022 guida questa ambiziosa organizzazione proveniente da Singapore.

 

Il roster dei BLEED è composto da tre dei membri che hanno vinto l'ascension, il controller thailandese Nutchapon "sScary" Marat (che i fan ricorderanno per le sue performance nel 2022 con gli XERXIA Esports), il vietnamita Ngo "crazyguy" Ahn e il cecchino Derick "Deryeon" Ye, purtroppo due giocatori hanno salutato il team, Tyler "Juicy" Aeria e Marcus "nephh" Tan, che si sono dovuti separare dall'organizzazione per completare il loro servizio di leva obbligatoria nell'esercito di Singapore,  ma l'organizzazione non ha badato a spese nel rimpiazzarli, prima assicurandosi il promettente Javier "Egoist" Qing e completamente a sorpresa hanno acquistato Jacob "yay" Whiteaker dai DSG, il giocatore americano ha avuto un 2023 da dimenticare, ma nessuno si è scordato dell'incredbile abilità di El Diablo, che nel 2022 era considerato uno dei giocatori più forti del mondo.

Natus Vincere, ritorno alle origini

I Na'Vi invece si presenteranno al ONE PRO con un roster molto familiare, infatti la squadra capitanata da Kirylo "ANGE1" Karasov si è riunita con Aardis "aardis" Svarenks, il duelist con cui la squadra est europea era riuscita a imporsi fra i team migliori al mondo nel 2022.

 

Per l'organizzazione ucraina il 2023 non è stato fantastico, con la squadra che ha spesso partecipato ad eventi internazionali ma senza mai essere una minaccia come nel 2022, ora messo da parte l'esperimento fallito con Mehmet "cNed" Yipek, i Na'Vi vogliono sfruttare la OFF/SEASON vedere se aardis era l'ingrediente segreto che permetteva al team di funzionare al massimo.

I nuovi volti del Valorant giapponese

Le due squadre padrone di casa arrivano a Yokohama con tanto da dimostrare e con la speranza di convincere i fan che il Valorant giapponese ha un futuro roseo, dopo un 2023 con pochi alti e tanti bassi.

 

Più di tutti sono i Detonation FocusMe a dover fare una buona impressione sul pubblico, l'organizzazione che nello split 2 della Pacific League non è riuscita vincere nemmeno un match ed è stata considerata la squadra peggiore del VCT per tutto l'anno ha composto un team completamente rinnovato, guidato dall'IGL coreano Cho "JoxJo" Byung-yeon, che ha guidato i Fennel per tutta la stagione della VCL giapponese, accanto a lui il trio ex-Crazy Racoon composto da Souta "Popogachi" Morita, Ibuki "Meiy" Seki e Yusuke "neth" Matsuda, del vecchio roster è stato mantenuto solo il coreano  Seo "Suggest" Jae-young.

 

Gli ZETA  Division invece hanno avuto un annata migliore dei DFM, ma hanno comunque deciso di rinnovare il team di Koji "Laz" Ushida, promuovendo due prodotti del team accademia, Yushin "yuran" Hato e Hiroki "hiroronn" Yanai, che dovrebbero portare una ventatat d'aria fresca al top team giapponese.

Consigliati