Leviatàn dominano la competizione al Valorant Superdome di Bogotà

Il team a maggioranza cilena ha vinto il torneo dell'OFF/SEASON di VALORANT senza mai perdere nemmeno una mappa contro i rivali della VCT: Americas.

13/11/2023

Si è concluso oggi uno degli eventi più attesi per la comunità latinoamericana di Valorant, il Valorant Superdome di Bogotà, in Colombia, dove 4 dei team del VCT Americas hanno avuto la chance di mostrare i loro nuovi roster per la stagione 2024 e permettere ai fan di vedere i nuovi innesti in azione, il team più atteso in assoluto era sicuramente Leviatàn, l'organizzazione argentina infatti ha recentemente acquisito uno dei giocatori più forti al mondo, Erick "Aspas" Santos e uno dei giocatori più forti del tier 2 americano, Ian "tex" Botsch.

I partecipanti al Valorant Superdome

Oltre ai Leviatàn, che hanno schierato i due nuovi acquisti assieme al trio di giocatori di supporto composto da Roberto "Mazino" Rivas, Augustin "nzr" Ibarra e il capitano Francisco "kiNgg" Aravena, all'evento colombiano hanno partecipato anche i KRU Esports, l'organizzazione di proprietà di Sergio Aguero e Lionel Messi, purtroppo menomati dalle assenze di Angelo "keznit" Mori, infortunato dopo un incidente e Niolas "klaus" Ferrari, che in quei giorni era in Argentina per motivi personali, i sostituti scelti dall'organizzazione sono stati Vicente "Tacolilla" Compagnon e Carlos "axeddy" Alberto, che hanno affiancato il capitano Marco Eliot "Melser" Machuca Amaro e le due giovani promesse Fabian "shyy" Usnayo e Nicòlas "mta" Gonzalez.

 

Fra i partecipanti anche gli americani Cloud 9, che dopo il Red Bull Home Ground di Tokyo, dove hanno perso la finale contro i Fnatic, erano vogliosi di rivalsa, stavolta con il loro nuovo roster al completo (in Giappone era mancato Maxin "wippie" Shepelev), a chiudere la lista degli invitati i FURIA, uno dei team brasiliani più eccitanti in vista della stagione 2024 del VCT, che circonda il talentuoso Leonardo "mwzera" Serrati con talenti giovanissimi come Felipe "liazzi" Galiazzi e Ilan "havoc" Eloy.

L'evento 

Il Valorant Superdome è iniziato il 10 novembre con le due partite d'apertura del formato a doppia eliminazione, che hanno visto Leviatàn scontrarsi con i connazionali KRU, con una vittoria a senso unico dei primi, un 2-0 in cui la squadra in rosa e nero ha vinto solo 7 round nel corso delle due mappe, a seguire i Cloud 9 e FURIA hanno avuto uno scontro tesissimo, finito 2-1 per gli americani che sono riusciti a spuntarla su Ascent grazie a delle eccellenti performance di Wippie e Francis "OXY" Hoang.

 

La prima squadra a dover fare le valigie sono stati i KRU, che nella lower bracket sono stati massacrati dai FURIA, con il giovanissimo havoc che ha dominato entrambe le mappe giocate e una performance terribile di Tacolilla (che solamente l'anno scorso era uno dei talenti più brillanti della scena sudamericana) hanno segnato la fine dell'evento per il team cileno, nel mentre i Leviatàn hanno sconfitto in Upper Bracket i Cloud 9 per 2-0.

 

L'ultimo giorno di competizioni ha visto una vittoria a sorpresa dei FURIA sui Cloud 9 per 2-0, guadagnandosi l'ingresso alla finale contro i Leviatàn grazie a una splendida performance di mwzera su Lotus, ma purtroppo per i brasiliani, la finale è stata a dir poco a senso unico, con i Leviatàn che sembravano assolutamente inarrestabili su ogni mappa, un 3-0 molto veloce ha portato il trofeo al team capitanato da kiNgg e li mette in considerazione fra i team più forti in assoluto in vista della prossima stagione del Valorant Champions Tour

Consigliati