LEC: si chiude la stagione regolare ora testa ai playoff

Dopo 9 lunghe giornate, LEC chiude la regular season del Winter split ed ora ci si prepara a dei super playoffs

La stagione regolare del winter split di LEC, è giunta al termine e dopo 9 avvincenti playday abbiamo finalmente le 8 squadre migliori d'Europa pronte a sfidarsi per la gloria ed un posto al prossimo MSI. 

G2 re indiscussi

Per il primo seed di questa regular season, la terza settimana è la prima da completi imbattuti con GiantX, Fnatic ed SK abbattuti uno dietro l'altro con molta tranquillità. Nonostante i dubbi e le perplessità relative a quelle due sconfitte contro due delle peggiori squadre fin qua del percorso, lo scontro diretto a favore dei G2 con i BDS permette ai detentori del titoli di passeggiare sul velluto a parità di risultato.

 

La partita più attesa della settimana, pur avendo una rilevanza minima ai termini della qualificazione per entrambe le formazioni, si rivela essere molto molto avvincente, c'è rispetto da parte di entrambe le formazioni ma la realtà dei fatti sembra che il team di Humanoid abbia paura dei G2, questo di fatti si tramuta in un Caps che vola con la sua Akali nell'iper uranio e la cilliegina sulla torta per i tifosi viene servita da Hans Sama con la sua pentakill con Varus

BDS con la testa già ai playoff

Per i BDS sulla carta l'ultima settimana poteva essere quella dell'all in, 3 avversari estremamente alla porta Heretics, Rogue e KC, una storia che poteva concludersi con il primo seed nelle loro mani per i playoff eppure, dopo una super performance cadono proprio contro i KC all'ultimo game, in cui si è vista e denotata forse un po' di stanchezza, forse un po' poca fame di vittoria.

 

La partita che sicuramente lascia aperti più scenari e quella contro gli Heretics, in cui soffrono per tutto il game l'enorme pressione di mappa che Kaiser ed il suo team applicano con un Nautilus strabiliante, ma su cui riescono a tornare in sella con dei team fight, in cui l'accoppiata tra Rell e Azir fa tanta differenza e il solito scaling di K'sante completa l'opera.

SK gaming persi per strada

l'avevamo già denotato nella settimana precedente il team degli Sk aveva iniziato ad abbassare la pressione, giocando quasi con la paura di sbagliare piuttosto che con la voglia di fare della prima settimana, fatto sta che gli basta concludere questa terza settimana con una vittoria ed il gioco per loro è presto fatto. Nonostante delle brutte performance viste nelle ultime due settimane gli SK battendo i Vitality ottengono il terzo seed, della regular season.
 

Proprio nella partita contro le api francesi, si rivede un po' di quella brillantezza che avevamo osservato nella settimana iniziale, con un  team che domina incontrastato la mappa e che dimostra di avere delle individualità sorprendentemente capaci. Stessa cosa non si può dire per la squadra dei Vitality di cui parleremo successivamente, fatto sta che nuovamente una super performance di Isma coadiuvata da una bot lane incredibilmente solida permette una facile vittoria.

MAD Lions Koi

Tantissimo potenziale di questa squadra che nonostante la poca esperienza si riesce a costruire una top 4 importantissima in termini di seeding, certo la squadra non è sembrata indomabile, ma le potenzialità sono veramente molto alte ed a parte lo scivolone contro i Giantx possiamo parlare di una squadra che dimostra di aver ambizioni importanti sul lungo periodo.
 

La partita contro i Giantx è una partita da dentro o fuori per la squadra di Ignar e compagni, che sanno di aver bisogno di quante più vittorie possibili prima dello scontro diretto, mentre i Mad Lions avevano già potuto festeggiare la qualificazione con 2 giornate d'anticipo. L'idea di giocare Fiddlestick e Nocturne sembra l'asso nella manica del team dei Mad, i quali però non riescono a sfruttare a pieno un Nocturne troppo passivo che subisce molto nel duello contro Peach, la partita si ribalta in favore dei Giantx e passato il 25° minuto non si riprenderanno più i leoni dalla Spagna.

Fnatic da rivedere

La squadra dei Fnatic, arriva a questo Winter split con tante aspettative sulle spalle, qualcuno addirittura osa metterli in vantaggio negli scontri casalinghi contro i G2, per loro però i tentennamenti sono cruciali per scivolare in ombra della top 4 fino al 5° posto e rimanendo in ombra di squadre molto meno accreditate. Almeno la vittoria contro il Team Heretics fa chiudere con un po' di morale una settimana che li avrebbe visti, sennò, chiudere con un sono 0-3.

 

La partita contro gli Heretics, si rivela essere un tiro al bersaglio per i Fnatic, che fin da subito impostano il loro gioco e sfruttano i buchi lasciati dalle incertezze tattiche degli Heretics a loro favore, la squadra dei Fnatic tiene in mano per tutta la partita il pallino del gioco, lasciandolo cadere nel momento in cui bisognava essere più concreti, ma il margine era così ampio che una doccia gelata li aiuta a concentrarsi di nuovo e a chiudere in 30 minuti la pratica.

Team Vitality non identificabili

Per quanto la 6° posizione possa sembrare un buon traguardo, vedendo le difficoltà della prima settimana, dobbiamo mettere a referto come anche per loro, la vittoria contro i Team Heretics sia determinante per la posizione in classifica, poichè dopo le vittorie contro KC e Rogue ed il regalo anticipato dei G2, la squadra combina veramente poco e niente, ma per loro ora si aprono dei playoff in cui devono provare ad avere almeno un moto d'orgoglio.
 

La partita tra Heretics e Vitality si rivela essere una delle partite più lunghe di questa regular season, il cronometro recita 49:15 quando il nexus degli Heretics cade e per un certo qual senso, la beffa per il team di Jankos e compagni arriva quando perdono l'anima del drago dell'oceano ed i due elementi più importanti del team non posso più essere tirati giù, Photon e Caarzy diventano pressochè immortali e durante uno dei classici di chi ha vestito la maglia dei G2, il coin flip sull'obbiettivo neutrale Photon completa la back door con il suo gnar.

Team Heretics troppo spreconi

Tre sconfitte nei tre game dell'ultima settimana, costano carissimo al team che potenzialmente avrebbe potuto centrare una top 4 abbordabilissima per le qualità che il team è riuscito ad esprimere per certi versi, uno dei meriti che va dato agli Heretics è l'incredibile tempra che hanno mostrato, nonostante alcuni risultati rovinosi, nel match successivo sembravano sempre in rampa di lancio per ottenere la vittoria.

 

Giantx in zona Cesarini

I Giantx chiudono le file dei team qualificati per la top 8 e dopo aver strappato due vittorie nell'ultima settimana possono riposarsi in vista dei match contro i G2, che li vedranno coinvolti in dei difficilissimi play off di Winter split. Ignar è una delle poche note positive di questa squadra, la quale fa una difficoltà mostruosa a vincere e a coordinarsi per le azioni, tanto basta però al team per escludere dai playoff KC e Rogue che restano chiusi fuori dai cancelli della top 8.
 

Per i KC ora si aprirà un lungo momento di riflessione, per comprendere a pieno cos'ha funzionato e cosa invece no, per i Rogue ci si aspetta un lungo periodo di rielaborazione del team, perchè non sono sembrati mai veramente pericolosi pur essendo una delle squadre con l'Heritage migliore dell'intera LEC.
 

Questi infine gli accoppiamenti per i primi 4 match dei playoffs:

  • BDS vs Team Heretics 3 febbraio
  • G2 vs GiantX 3 febbraio
  • Sk vs Vitality 4 febbraio
  • Mad lions Koi vs Fnatic 4 febbraio

Consigliati