Insomniac Games ha subito il colpo di grazia.

La scorsa settimana l'azienda ha subito un attacco hacker pesantissimo, sottovalutando il gruppo Rhysida hanno fatto un grave errore.

19/12/2023

La settimana scorsa abbiamo discusso dell'attacco informatico subito da Insomniac Games da parte del gruppo di hacker ransomware Rhysida in un articolo in cui parlavamo dei dati riguardo Wolverine ed un possibile nuovo titolo della serie Marvel’s Spider-Man. 

 

Purtroppo il termine concesso del “ricatto” è scaduto e l'azienda ha optato per non corrispondere il riscatto richiesto, determinando la diffusione online di oltre 1,3 milioni di file accessibili a chiunque desideri scaricarli. Se non volete spoiler perché siete dei fan di questi titoli, non vi consigliamo di fare troppe ricerche online perché le informazioni sono veramente tante.

La fuga di dati e le informazioni che sono state divulgate online dal gruppo di hacker

Inizialmente segnalate da Cyber Daily, queste informazioni sensibili sembrerebbe che includono documenti interni delle risorse umane, dati fiscali, comunicazioni interne aziendali, informazioni informatiche, moduli di cessazione e persino dettagli dei passaporti dei dipendenti, il gruppo di hacker non si è fermato davanti a nulla insomma. 

 

Il leak comprende anche una bozza di contratto firmato tra Sony e Marvel riguardante lo sviluppo e la pubblicazione di giochi sugli X-Men, a partire dal suddetto titolo su Wolverine. L'accordo, firmato da Jim Ryan di Sony e Isaac Perlmutter di Marvel, è entrato in vigore a luglio 2021 e copre complessivamente tre giochi sugli X-Men come si vede nei leak.

 

In una comunicazione inviata a Cyber Daily, il gruppo ha dichiarato di aver mirato deliberatamente l’azienda, evidenziando che "siamo consapevoli che gli sviluppatori impegnati in giochi di questo tipo sono molto vulnerabili". Hanno aggiunto che l'accesso alla rete dello studio per ottenere i dati non è stato neanche troppo difficile da bypassare.

Ieri notte Insomniac Games è stata vittima dell'attacco di hacker più pesante della storia dei videogiochi

La divulgazione completa è avvenuta nella scorsa notte, in seguito alla constatazione che nessun acquirente era disposto a pagare i 2 milioni di dollari richiesti. 

Complessivamente, i dati ammontano a quasi 1,7 terabyte e includono informazioni sulle date di uscita dei giochi e spoiler per il prossimo gioco su Wolverine, ma non solo.

Dai file privati dell'azienda emergono dati sui progetti in cantiere, annunciati e non. Inoltre, si vedono numerosi altri progetti dedicati al mondo Marvel, anticipando quasi un "Marvel Gaming Universe".

Il gioco più influenzato è Wolverine, con la possibile data di uscita nell'autunno del 2026

 

Le informazioni si estendono fino all'inizio del prossimo decennio, con la possibilità di un nuovo capitolo di Ratchet and Clank a fine 2029 e una nuova IP inedita tra il 2031 e il 2032.

I costi di produzione dei titoli di Insomniac Games e le decisioni che porteranno l'azienda ad un nuovo capitolo

Un punto di discussione potrebbe essere rappresentato dai costi di sviluppo dei giochi recenti, con Marvel's Spider-Man 2 che avrebbe richiesto ben 300 milioni di dollari e Ratchet & Clank: Rift Apart che avrebbe persino registrato una perdita non prevista.

 

Nonostante il rischio di un ulteriore perdita di informazioni sensibili, Insomniac Games potrebbe prendere misure per renderlo inefficace, modificando la propria strategia nei prossimi 10 anni. 

Stravolgendo così i piani del gruppo hacker e recuperando la credibilità nelle community di appassionati.

Consigliati