Beatles, in arrivo quattro film diretti da Sam Mendes: un salto nel videogioco Rockband

In arrivo quattro film sulla storia dei Beatles diretti dal premio Oscar, Sam Mendes. Un salto nella storia di Beatles Rockband, uscito nel 2009 per PlayStation 3, Xbox 360 e WII.

Grandi notizie per i fan dei Beatles. Sono in arrivo ben quattro biopic sulla storia di John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr e tutti diretti dallo stesso regista, il premio Oscar per American Beauty, Sam Mendes. 

Beatles, in arrivo quattro film diretti da Sam Mendes

"Siamo più popolari di Gesù Cristo adesso" disse ironicamente Lennon nel periodo di maggior successo dei Beatles e non aveva nemmeno tutti i torti. L'interesse intorno ai progetti solisti degli artisti e della stessa band non si è mai spento, ma come il buon vino invecchiando ha acquisito sempre più fascino. Reduci dal brano "Now and Then" pubblicato grazie alle evoluzioni dell'intelligenza artificiale il 2 novembre 2023 e al contributo delle tecnologie a disposizione del filmmaker Peter Jackson, i Beatles si sono riuniti "spiritualmente" un'ultima volta insieme ai compianti Lennon ed Harrison.
 

Sam Mendes si è detto "onorato" di aver potuto lavorare ad un progetto così complesso e di "poter raccontare la storia della più grande rock band di tutti i tempi". Lo stesso Peter Jackson, regista della trilogia de "Il Signore degli anelli" e de "Lo Hobbit" nel 2022 ha lavorato una miniserie televisiva sui Beatles, intitolata "Get Back" e disponibile su Disney+ suddivisa in 3 puntate dalla durata superiore alle 2 ore. 

Come è nata l'idea di dirigere quattro film sui Beatles

"Siamo andati a Los Angeles poco prima di Natale per presentare il progetto, ed è giusto dire che siamo stati accolti da un entusiasmo universale" ha raccontato Mendes al giornale Deadline. 

"Il motivo per cui Sony si è distinta dalle offerte concorrenti è dovuto alla passione di Tom ed Elizabeth per l'idea e all'impegno nel portare questi film nelle sale in un modo innovativo ed emozionante"

L'idea è nata dallo stesso regista, un anno prima, dopo aver proposto a Paul McCartney, Ringo Starr, Sean Lennon e Olivia Harrison di creare quattro film distinti per approfondire le storie dei singoli artisti, dagli umili inizi fino ad oggi. Anche Ron Howard attore in Happy Days e regista di film come Il Grinch, A Beautiful Mind e Il Codice Da Vinci, si interesso a raccontare la storia dei Beatles ma sottoforma di documentario con Eight Days a Week, costituito da materiali inediti, rari e sul processo creativo della band nella realizzazione della loro arte, di brani e album e pubblicato nel settembre del 2016. 
 

La casa di produzione cinematografica e di elettronica Sony, ha distribuito da poco nelle sale Madame Web, accolto da una numerosa pioggia di critiche e si vocifera, che in alcuni cinema sia stato chiesto il rimborso prima ancora di entrare in sale. Notizie ovviamente da prendere con le pinze, ma il colosso dell'intrattenimento non si ferma e sicuramente ci sono ottime premesse per un lavoro dedicato ai Beatles che si spera converga in un quinto film che sia invece focalizzato prettamente sul progetto artistico che sui singoli elementi. 
 

Al momento non sono stati ancora scelti gli attori che interpreteranno il celebre quartetto e sicuramente non si faranno attendere i tanto amati fan casting del pubblico, che cercherà di "indovinare" i volti che incarneranno al meglio l'essenza di ogni musicista. 

Nowhere Boy: il biopic dedicato alla storia di John Lennon 

In tempi non sospetti e prima della "Bohemian Rhapsody Mania" sono stati pubblicati numerosi film dedicati alle vite di grandi cantanti, tra questi Control di Anton Corbjin sulla storia di Ian Curtis e dei Joy Division, Quando l'amore brucia l'anima dal regista di Logan, James Mangold, e basato sulla vita di Johnny Cash e Nowhere Boy del 2009 della regista Sam-Taylor-Johnson, sposata con l'attore Aaron (Kick-Ass, Animali Notturni) e presente nel ruolo di protagonista nei panni di John Lennon.
 

Il film è incentrato sulla vita giovanile di Lennon, ambientato nella Liverpool del 1965 e tratto dal libro Imagine: Growing Up with My Brother John Lennon pubblicato in Italia da Giulio Perrone Editore con il titolo "Imagine this e scritto dalla Julia Baird, sorella del celebre cantante. Il lungometraggio si focalizza prettamente dell'era pre-Beatles, delle difficoltà che l'artista ha dovuto affrontare e dell'iniziale amicizia con i membri del gruppo prima di arrivare al successo. 

Yesterday: una lettera d'amore ai Beatles di Danny Boyle

Nel 2019, Danny Boyle, regista del celebre Trainspotting, Sunshine, 28 giorni dopo e The Millionaire, dirige Yesterday, una piccola perla dedicata agli amanti dei Fab Four. La trama ruota intorno alle vicende del cantautore Jack Malick, che dopo aver battuto la testa in un incidente con un autobus, si risveglia in un mondo in cui "la musica dei Beatles" non è mai esistita. Un plot singolare, semplice, ma che coinvolge, diverte ed emoziona lo spettatore nelle quasi due ore di durata. Presente nella pellicola anche il cantautore inglese Ed Sheeran, grande fan del quartetto in un piccolo cameo.

Tutti i videogiochi con protagonisti i Beatles: Rockband

Sebbene non esistano platform o gdr con i Beatles, come invece è accaduto per i Linkin Park e il loro 8-Bit Rebellion e Kanye West nel gioco Quest 3000, a John, Paul, George e Ringo sono stati catapultati nel mondo dei videogiochi con un episodio di Rockband totalmente dedicato alla loro musica e dal titolo omonimo. I Beatles - Rockband è un videogioco pubblicato nel 2009, edito da MTV e sviluppato da Armonia, dove è possibile suonare come con Guitar Hero, le più celebri canzoni del gruppo. Tra gli aspetti che hanno colpito di più i gamer sono le periferiche strumentali utilizzati come controller di gioco: gli ormai iconici Hoffner 500/1 e Rickenbacker 325 di Paul McCartney, il secondo strumento è stato suonato anche dal personaggio immaginario Scott Pilgrim nel fumetto, film, e nell'ultima serie TV animata Takes-Off prodotta da Netflix. Sono stati creati anche controller per suonare la batteria (in questo caso con pad elettronici) come la Ludwig utilizzata da Ringo Starr. 
 

Nel videogioco sono disponibili diverse modalità ovvero la "Training" per The Beatles: Rock Band per imparare sia chitarra, basso e batteria. La pratica consente di migliorarsi e consentire ai già rodati musicisti o ai principianti di esercitarsi su interi brani o singole sezioni di brani. È possibile per imparare al meglio, sfruttare la modalità di rallentamento delle canzoni, affinché si possa aiutare ad enfatizzare la porzione di armonia. Esistono anche due modalità di allenamento con la batteria chiamate "Drum Lessons" e "Beatle Beats". 
 

Il gioco è stato pubblicato per PlayStation 3, XBOX 360 e Nintendo WII

Consigliati