Riot: weekend tricolare per l'esport di Lol e Valorant

L'ultimo weekend di gennaio, da il via alla stagione competitiva italiana su Valorant e su League of Legends

Nel weekend che va dal 26 gennaio ad oggi, 28 gennaio, sono ripartite diversi campionati nazionali, per i titoli Riot in particolar modo questo è stato il weekend di esordio per LIT, campionato italiano di League of Legends, ed il ritorno della Challengers League 2024 Italy Rinascimento, vediamo come sono andati i primi match.

Lit la lotta al vertice si infiamma

Dopo l'attesissima finale tenutasi alla fiera del Lucca Comics, tra Dsyre e Macko, le squadre son tornata a prepararsi in vista del nuovo campionato nazionale italiano, i Macko hanno sulle spalle la nomea del team che negli ultimi anni ha dominato incontrastato la scena competitiva portandosi a casa 6 titoli nazionali sui 7 disponibili, un dominio partito nel 2021 e che non sembra volersi arrestare, per lo meno secondo le indicazioni che sono state date da questo inizio di campionato e vedendo le scelta fatta sul nuovo roster.
 

Dall'altro lato i Dsyre, unico vero antagonista del predominio dei Macko, hanno deciso di cercare di interrompere l'egemonia dei ragazzi di Monopoli, dopo l'esperienza accumulata su Valorant, cercando di puntare a strappare lo scettro ai rivali di sempre attraverso una lunga battaglia partita già su i social

 

A fare da comprimari, almeno per il momento, vi sono gli Atleta che sembrano aver buildato un roster interessante per tornare alla vittoria dopo essere stati gli unici a battere i Macko in una finale italiana, gli Outplayed sempre sul pezzo per cercare di ritagliarsi un ruolo da outsiders insieme ai Dren esports che devono cercare di risalire la china. Oggetto del mistero gli Eko, team con 3 su 5 giocatori italiani, ma che devono dimostrare la genuinità del progetto.
 

Enemi3s ed Axolotl a chiudere le file, con i due team indubbiamente più indietro rispetto alle altre squadre. In questa stagione sembra che la parola chiave sotto le prime due posizioni sia l'incertezza, con tante squadre interessanti ma con del potenziale per fare bene in prospettiva delle fasi finali dove le carte saranno state ormai scoperte.

 

Dsyre e Atleta gli unici a due vittorie dopo la prima settimana

La settimana n°1 per il team dei Dsyre si chiude nel miglior modo possibile, dopo una vittoria sonora alla prima uscita contro gli Eko in soli 23 minuti e con uno zamulek in splendida forma, la squadra arriva allo scontro diretto più importante della stagione, quello contro i Macko. La partita si inclina in maniera importante fin dai primi minuti e per quanto i Macko provino a tornare in sella alla partita essa sguscia via il più velocemente possibile e all'alba dei 35 minuti lo scaling dei Dsyre ha sovrastato i campioni in carica, i quali però avranno tutto un girone per rifarsi e tornare alla carica.

 

Nel silenzio di chi pensava potessero piano piano uscire dalla scena il team degli Atleta si conferma come seconda squadra 2-0 dopo la prima settimana, unica insieme ai Dsyre a portarsi a casa la doppia vittoria nell'apertura di LIT. Il primo match contro gli Enemi3s, mostra il potenziale di entrambe le squadre in un match lunghissimo, quasi 45 minuti di game, con le due squadre che vedono compiuta la loro missione al 43 minuto e con un Sebekx dominante sulla mid. Il secondo game è un'altra prova di forza importantissima, i Dren vengono polverizzati in 24 minuti e dopo aver visto rumble Eyliph difficilmente crediamo verrà nuovamente lasciato aperto.

 

Ritorna anche il rinascimento

Dopo la stagione 2023, prima stagione del nuovo ciclo di Valorant in Italia, inizia la seconda stagione all'insegna della rincorsa ai Dsyre che confermano in toto il team che ha fatto le fortune della squadra con Waddle, Wackie, Tag, Filu e Cayden trattenuti nel team campione d'Italia per cercare di migliorare il proprio piazzamento europeo. La sfida al vertice sembra abbastanza serrata, gli RTZN, finalisti al Lucca Comics, non sono più gli stessi il ridimensionamento del progetto sembra averli indeboliti molto.
 

I vx300 hanno cambiato parecchi nomi, ma restano una squadra interessante da valutare con Veqai, Bara e Basya, pronti a dover mostrare di essere all'altezza del cambio. Basya aveva già militato nella formazione dei VX300 in agent series nel 2022. I Novo sembrano nuovamente, come nell'ascesa alla vetta giocata sul finire dell'anno scorso, in lizza per un posto tra le prime squadre, ma prima di impelagarci in pronostici affrettati, vediamo come andrà la stagione senza mettere troppa carne al fucoo.

 

Lavorano bene anche gli Outplayed sotto il profilo del proprio roster, assicurandosi i talenti tutti italiani di: Braso, Zero e Mass3r, diventando una delle forze maggiori per questo primo split del 2024 targato rinascimento. Qlash si conferma come una squadra di valore, che deve dimostrare di non essere solo il team "degli Streamer" ma di saper fare il salto di qualità con giocatori importanti all'interno del campionato italiano di Valorant.
 

Insieme agli RTZN, chi sembra essere rimasto un po' più indietro durante questa finestra di off season, sono gli Axolotl e i ragazzi del team Happy Game Esport. La prima giornata va in archivio con le quattro squadre di vertice: Dsyre, VX300, Novo e Outplayed che strappano tutte la vittoria, l'unica squadra che mostra più fatica nel chiudere la propria pratica sono gli Outplayed, che si ritrovano contro gli RTZN a dover raggiungere il 13 - 11 per poter uscire vincitori dallo scontro.
 

L'ultimo weekend di gennaio si conferma a livello esportivo pieno di eventi per i titoli Riot, non solamente in terra italiana, ma anche in ambito internazionale, con le leghe di LPL e LCK di league of legends che continuano a macinare giornate, LEC giunta all'ultima settimana di stagione regolare e di cui troverete il consueto riassunto alla fine della terza giornata, il martedì mattina per scoprire insieme chi è riuscito nell'impresa di qualificarsi e chi invece verrà rimandato al prossimo split per mostrare il proprio potenziale.

Consigliati