Oscar 2024: Oppenheimer è stato battuto da un videogioco

Nonostante il film di Christopher Nolan sia tra i favoriti alla 96ª edizione degli Academy Awards, un famoso attore ha dichiarato di non averlo visto per colpa di un videogame

CREDITI: dreamstime

Secondo alcuni calcoli ponderati, la pellicola di Christopher Nolan ha il 78% di possibilità di vincere il premio Oscar come Miglior film. Oppenheimer, dopotutto, ha già ottenuto cinque riconoscimenti ai Golden Globe, 8 Critics Choice Award, 5 candidature a People's Choice Awar e 7 Premi BAFTA su 13 nominations. Proprio il 13 sembra essere il numero fortunato di Oppenheimer, dal momento che il film sul padre della bomba atomica, portato sullo schermo da Cillian Murphy, arriva alla notte degli Oscar del 10 marzo 2024 con ben 13 candidature. Si stima, precisamente, che il plauso universale di pubblico e critica gli varrà la vittoria di 8 ben statuette. Eppure, nonostante Oppenheimer abbia intercettato il favore di molti, c'è un famoso attore che ha dichiarato di essersi perso la visione del film per giocare a un videogioco. Non resta che valutare le stime attorno al titolo super favorito e scoprire qual è il famigerato videogioco che ha "battuto" il film di Cristopher Nolan.

Oppenheimer: tutti i pronostici

Gli esperti di Sisal hanno già pronosticato i possibili vincitori agli Oscar. E non ci sono molti dubbi intorno al fatto che Oppenheimer possa conquistare più statuette di tutti. L’ultima fatica di Christopher Nolan, come detto, si presenta con ben 13 nomination. Per intenderci, il record di candidature, pari a 14, è detenuto a pari merito da Eva contro Eva (1950), Titanic (1997) e La La Land (2016).

 

View post on Instagram
 
View post on Instagram
 

 

Ad accrescere il successo di Oppenheimer, ci ha pensato anche la distribuzione simultanea con Barbie di Greta Gerwig, cosa che ha creato un’aggregazione culturale senza precedenti. A seguito della profonda diversità di genere e contenuti delle due pellicole, è nato il cosiddetto fenomeno “Barbenheimer”, una sorta ovvero di unico spettacolo che ha portato tantissimi spettatori a guardare entrambi i film di successo.

Le categorie in cui è favorito

Oppenheimer, che comprende un cast corale composto da Emily Blunt, Matt Damon, Robert Downey Jr., Florence Pugh, Josh Hartnett, Casey Affleck, Rami Malek e Kenneth Branagh, potrebbe portarsi a casa otto statuette. Secondo le stime di Sisal, queste sono le categorie favorite:

 

Miglior regista a Christopher Nolan (in quota a 1,05)

 

Miglior film (in quota a 1,08)

 

Miglior attore protagonista a Cillian Murphy (in quota a 1,10)

 

Miglior attore non protagonista a Robert Downey Jr. (in quota a 1,05)

 

Miglior colonna sonora (in quota a 1,05)

 

Miglior fotografia (in quota a 1,08)

 

Miglior sonoro (in quota a 1,40) 

 

Miglior montaggio (1,08)

 

View post on Instagram
 
View post on Instagram
 

 

Il videogame che ha "battuto" Oppenheimer

Un noto attore ha dichiarato di essere stato talmente tanto ossessionato da un videogioco da essersi perso la visione di Oppenheimer. Nemmeno il grande hype attorno a "Barbenheimer", infatti, è riuscito ad attirare la sua attenzione. Stiamo parlando di Josh Hutcherson.

 

Il volto di Hunger Games e Five Nights at Freddy's, durante un’intervista per il suo film The Beekeeper, ha infatti rivelato la propria ossessione per il videogame: 

“Non ho guardato Oppenheimer a causa di Fortnite. Sono fuori dal mondo”

 

View post on Twitter
View post on Twitter

È davvero la fine dei giochi?

Come la storia ci insegna, non sempre i favoriti dai pronostici si tramutano in vittorie effettive. Allo stesso tempo, non tutti i più grandi successi commerciali corrispondono (o meglio, dovrebbero per forza corrispondere) al numero di premi vinti. 

 

Resta incerta, per esempio, la sfida per il miglior protagonista: anche se Cillian Murphy è il favorito, salgono le quotazioni di Paul Giamatti, che interpreta il professore in The Holdovers di Alexander Payne.

 

View post on Instagram
 
View post on Instagram
 

 

Non dimentichiamoci, inoltre, di Povere Creature!, vincitore del Leone d’Oro a Venezia. il capolavoro surrealista e grottesco di Yorgos Lanthimos, con 11 nomination agli Oscar, sta alle calcagna di Oppenheimer e potrebbe rivelarsi la vera sorpresa della serata. Soprattutto per il riconoscimento come Miglior film. Chissà, forse la "distrazione" di Josh Hutcherson si rivelerà propiziatoria.

 

Per scoprire se Oppenheimer farà davvero incetta di premi 96ª edizione degli Academy Awards, non resta che aspettare la prestigiosa cerimonia condotta da Jimmy Kimmel.

Consigliati