LEC: Prime giornate di playoffs

LEC entra nel vivo con la prima tappa dei playoff che ci consegneranno il team migliore di questo primo split europeo.

Questo weekend si sono giocati i primi 4 turni dei playoff di LEC, massima competizione del circuito competitivo di League of Legends, come al solito noi di libero gaming vi portiamo un recap di quanto successo nei 4 match giocati in upper bracket.

BDS vs Team Heretics

Il secondo seed di LEC, affronta il 6°, in stagione regolare la squadra dei BDS aveva già trovato la vittoria per quanto riguarda lo scontro diretto contro il Team Heretics, riuscendo anche ad archiviare la pratica piuttosto velocemente, vediamo com'è andata in questo match al meglio dei 3:

 

 

Game 1: si apre fin da subito con i BDS a fare la voce grossa, la presenza in campo di power pick come Orianna per Nucc e Rumble per Adam sembrano segnare la strada per un game facile facile. La partenza ci racconta fin da subito come la top lane sembra essere il terreno su cui si decideranno gli equilibri, l'assenza del tp per Rumble può essere la chiave tattica per la partita, che invece si inclina praticamente subito lasciando la briciole agli Heretics costretti ad inseguire. Per citare le parole del cast internazionale "ogni volta che gli Heretics provano a fare qualcosa, i Bds la fanno meglio" e purtroppo questo porta il game al minuto 27 ad avere già 10 mila unità d'oro di differenza. A 32 minuti di partita la fine è segnata 1-0 per i BDS.

 

Game 2: si apre con un nuovo copione, il team Heretics, cerca di condizionare la partita attraverso una fortissima pressione sulla bot lane, con la costante pressione di Vi vengono imboccate diverse uccisioni sia a Jankos che anche a Flakked. La trama del game resta abbastanza intatta, su una parziale parità, fino al momento in cui Sheo non riesce a vincere lo smite fight e portandosi a casa la risorsa le carte in tavola si ribaltano tutte in favore del team BDS. Dopo quasi 8 mila unità d'oro derivanti dal barone rubato, il team dei BDS chiude le pratiche al minuto 32. 2-0 BDS.

G2 vs GiantX

Il primo seed di LEC, affronta l'8°, in stagione regolare i G2 avevano già strappato la vittoria ad il team di Ignar, ottenendo una vittoria molto veloce, vediamo com'è andata in questo match al meglio dei 3:

 

 

Game 1: incredibilmente, i GiantX iniziano a mettere forte pressione, Ahri nelle mani di Jackies funziona piuttosto bene e Caps fatica a contenerlo con un campione come Hwei nei primi minuti di gioco, il tutto cambia quando inizia i fight in mid game, la dove la composizione dei G2 atta a far attivare in sequenza più ulti a coadiuvare quella di Yasuo diventano dominanti e non lasciano spazio ai propri avversari. Al minuto 25 arriva un grande scivolone da parte dei G2, i quali peccando di ingordigia scivolano su una baron power play negativa con un team fight perso. La partita si chiuderà solo 7 minuti più tardi, con un Caps che si dimostrerà vero MVP con una score board che recita 10/0/9. 1-0 G2

 

 

Game 2: questo secondo game parte con un copione completamente nuovo, in 12 minuti i G2 annichiliscono i propri avversari su un pesantissimo 7-1, ottenendo circa 5 mila unità d'oro di differenza. Il game si chiuderà solo 10 minuti più tardi, con il tabellone che segnerà una differenza che sfiora le 18 mila unità d'oro. Troppi G2 per questi GiantX. 2-0 G2.

Sk vs Vitality

Il terzo seed  di LEC, affronta il 7°, in stagione regolare le due squadre si sono affrontate nell'ultima settimana, con il risultato che si rivelò favorevole al team di Nisqy e compagni, in una partita con un ritmo compassato chiusa in 33 minuti. Vediamo com'è andata in questo match al meglio dei 3:

 

 

Game 1: la partita non funziona sotto tutti i punti di vista per il team degli SK, fin da subito è chiaro Daaglas sta giocando ed affrontando la migliore partita della sua stagione con il suo brand, il quale non lascia scampo ai propri avversari dall'early fino al mid to late game quando continua ad essere incisivo. Gli Sk non riescono a stare dietro ai team fight e allo split push di uno yone incredibilmente efficace. Isma, vero trascinatore della squadra in stagione regolare, subisce troppo. I Vitality vincono in 27 minuti e mandano sotto di uno gli SK.

 

Game 2: la stagione regolare dei Vitality sembra essere un lotano ricordo, l'investimento sui giocatori del team dei Mad  Lions paga, il team riesce ad imporre una mastodontica bot difference nel secondo game fin da subito, grazie anche alla possibilità per Daaglas di tornare sul suo Brand. Al minuto 27, dopo una super baron power play, il tabellone è troppo inclinato e su un coin flip per il terzo drago la squadra degli SK perde il fight e di conseguenza anche il match con i Vitality che si mostrano nella miglior forma degli ultimi 2 anni. 2-0 Vitality

MDK vs FNC

Quarto e Quinto seed si scontrano nel match più importante di questi playoff, forse quello su cui tutti avrebbero puntato la propria fiches per la spettacolarità e per l'upset, anche se a dir la verità nessuno si aspettava quei Vitality. Vediamo com'è andata in questo match al meglio dei 3:

 

 

Game 1: la prima apparizione competitiva di questa stagione di Darius, la regala Oscarinin, con una super top lane, che si rivela essere un elemento dominante in una partita bloccata con azioni in contrapposizione da un lato all'altro, fino al primo fight attorno al minuto 15, quando Darius sfruttando tutto il suo danno da bruiser e le sue cure sopravvive tankandosi la frontline avversaria e dispensando ghigliottine di Noxus a destra e a manca. Tutto lo scorrere del game sembra concentrarsi solo sullo scambio di singoli pick sugli elementi fuori posizione. Al minuto 24 cambia tutto, baron su errore di Elyoya che si fa cogliere fuori posizione, il team dei Mad cerca il fight per proteggere di conseguenza la propria base ed al minuto 27 il nexus cade per l'1-0 dei FNATIC.

 

Game 2: il game si apre con una grande risposta da parte di Elyoya, che con il suo brand risponde prontamente a quanto fatto vedere da Razork con la sua Rell, la pressione si sposta sulla top dove troviamo un Oscarinin su Yone con uno 0/3 al minuto 14. Il controllo della visione profonda sulla giungla avversaria, permette ai Fnatic di non uscire mai dal match, anzi gli permette di rientrarci anche molto facilmente. A 35 minuti il match è ancora apertissimo, pur avendo preso la mano del secondo barone i Fnatic, perdono il fight all'Elder e si ritrovano a doversi difendere per la durata del buff avversario. Arriverà un terzo barone, questo per i Mad Lions ed altri due  buff dell'Elder Drake, per i Fnatic, prima di avere una chiusura del game al minuto 48.

Consigliati