Koi x Rogue: siamo ai saluti

Dopo un solo anno i koi sono ormai ai titoli di coda e la separazione dei team sembra portare con se tante preoccupazioni e poche certezze

Attraverso un comunicato ufficiale del profilo X dei Koi arriva la notizia che serpeggiava nell'aria tra gli addetti ai lavori ma che nessuno sperava di dover leggere veramente

Infinite Reality e Koi si separano

Il comunicato ufficiale delle due realtà esportive, inizia citando le due città a coordinare le due società e poi comunica: " Dopo un anno dall'annuncio della loro collaborazione strategica, la compagnia sul metaverso Infinite Realty e Koi, la squadra Esportiva fondata da Ibai Llanos e Kosmos hanno deciso di rescindere la loro collaborazione, lasciandosi nei migliori termini possibili. La scelta è maturata inseguito all'impossibilità di non poter raggiungere gli ambiziosi obbiettivi nell'attuale clima finanziario in tempi brevi, entrambe le parti hanno decisao di prendere la propria strada alla fine dei mondiali 2023 di League of Legends".

La suddivisione delle squadre

Il comunicato ufficiale continua così sul discorso del proseguo del futuro competitivo delle loro attuali squadre:"In seguito, RekTGlobal mantiene il possesso dei suoi team su Call of Duty, Rocket league ( il team che attualmente milita nel Rlcs del nord America), Rainbow Six ( Team di Europe League ) ed il loro team di League of Legends in LEC. Sull'altro lato, Koi, continua a mantenere il possesso del team di FIFAe, League of legends LVP SuperLiga ( campionato spagnolo) ed il team di Valorant del Championship Tour EMEA league, aspettando l'approvazione di Riot Games che verrà presa in seguito" 

Le dichiarazioni dei due Ceo 

Il comunicato continua con però con alcune dichiarazioni da parte dei due CEO:" Entrambe le parti sono convinte dell'outcome positivo per tutti i lati coinvolti permettendo a Infinite Reality e Koi di concentrarsi sui rispettivi progetti commenta così il Co-Founder di koi Ibai Llanos " è sempre stato il mio di portare i Koi in LEC, ma ora è tempo per fermarsi e resettare l'obbiettivo dell'organizzazione e continuare l'eccitante percorso insieme ai nostri Fans".

"Infinite Reality augura ad Ibai Llanos e a Gerard Pique niente altro che il successo per il loro futuro" commenta così il CEO John Acunto di Infinite Reality " continueremo a costruire il nostro successo di questi grandi team e siamo eccitati per quanto riguarda il futuro di Infinite Reality".

I successi ottenuti 

Durante i 12 mesi trascorsi a solcare le diverse competizioni top tier degli esports più seguiti a livello mondiale: da League of Legends a Rocket league, passando per Rainbow Six Siege e Fifa esports. Il nome Koi però non ha sempre corrisposto a ciò che i precedenti Rogue avevano mostrato in termini di rendimento, proprio in merito al loro rendimento in molti si erano chiesti appunto se non ci fossero già problemi economici per la squadra di Ibai

Rainbow Six siege

Dalla vittoria del Major di Rainbow six siege di Berlino il team dei Rogue  ed il 5/6 ° posto nel Six Invitationals 2023 compie scelte molto azzardate in termini di roster ed il rendimento in seguito alla cessione del super talento di Spoit in nord America cola a picco come la stessa squadra, nel primo split 7/8 ° posto su 10 squadre con assenza dal primo Major annuale ed una squadra ai limiti della decenza per termini di performance, il secondo split contro ogni aspettativa riesce ad andare anche peggio dopo un intera estate incredibilmente lontani da ogni torneo pre stagionale e con l'investimento per portare in Europa il talento Australiano di Jigsaw, 9/10 ° posto assenza dal secondo Major dell'anno e assenza garantita  dal prossimo Six Invitationals Brasiliano 2024.

League of Legends

Dal 2019 al 2022 il team dei Rogue si porta a casa una vittoria del trofeo del Lec nel Summer 2022 e con mai meno di un 5° posto oltre che nella prima stagione in cui chiudono all'ultimo posto nello spring 2019, ottenendo anche un top 8 al mondiale di 2022, dal cambio di proprietà in Koi il team parte forte con un 3° posto a sfavore dei connazionali spagnoli dei Mad Lions, poi più nulla un 6° e un 8° posto che non permette al team di centrare la qualifica al mondiale di league of Legends nel quale il team dei Rogue aveva aperto una streak di 3 partecipazioni consecutive.

Rocket League

All'interno del gioco di Psyonix e ed Epic le cose vanno molto male, nessuna partecipazione ai Major nessuna qualificazione alle finali RLCS e con troppe prestazioni incolore un roster che non riesce ad ingranare e che vorrebbe ripercorrere il percorso che portò i Rogue all'alba di una finale con solamente i G2 a fermarli nella stagione 7 del RLCS.

Il futuro degli slot e dei player

Dopo l'implosione della bolla economica che era andata a crearsi nel 2020 2021 ed i numeri in così forte crescita in seguito alla pandemia, sono state tante le organizzazioni che hanno preso decisioni avventate e sbagliato i propri investimenti ed i Koi oggi sembrano ripercorrere ciò che abbiamo visto fare da molti altri prima di loro, il futuro però è estremamente incerto nel comunicato si parla di piani futuri e della volontà di voler continuare a lavorare su progetti che coinvolgano queste realtà esportive sopracitate, ma la verità sembra ben lontana da ciò dalla giornata di oggi infatti impazzano già le notizie che danno per spacciati gli slot nelle loro mani con la fila di acquirenti che si è già presentata alle porte, addirittura qualcuno vocifera di un possibile inserimento dei Natus Vincere per la corsa allo slot di Lec con l'organizzazione Ucraina che ambisce a primeggiare anche su questo titolo prodotto da Riot games. 

I giocatori delle squadre ormai Ex koi non sembrano fiduciosi sul proprio futuro, lo stesso capitano LeonGids e in game leader del team di Rainbow six siege commenta su X ammettendo di non sapere quale sarà il suo futuro ed il futuro dei suoi compagni di squadra su X esprimendo però estrema gratitudine nei confronti di Koi e di tutto ciò che è stato fatto per  loro in questo lungo periodo sotto il loro vessillo. Certamente in un momento come questo è difficile pensare alla moltitudine di persone che rischiano di perdere il loro lavoro ed i propri sogni, ma la realtà dei fatti sembra molto più nebulosa di quanto descritto nel comunicato.

 

Consigliati