League Of Legends: I giocatori che vorremmo vedere nella Hall Of Legends

Dopo l'annuncio della Hall of Fame dei giocatori più illustri di League of Legends, è intrigante esplorare alcuni nomi che potrebbero essere inclusi in questa prestigiosa lista.

21/1/2024

Negli scorsi giorni Riot Games ha annunciato la Hall Of Legends, una premiazione che celebrerà alcuni dei giocatori di League Of Legends più forti di sempre, commemorando quegli individui capaci di cambiare la storia dell'esport più grande al mondo grazie alle loro abilità e costanza, ecco 6 giocatori che secondo noi meriterebbero di essere celebrati fra i più forti di sempre.

Top Lane - Kim "Khan" Dong-Ha

Il toplaner coreano è stato protagonista di una delle carriere più vincenti di sempre nella lega domestica, la LCK (considerata da tutti la più competitiva al mondo), con la conquista di 6 titoli della lega sudcoreana in cui si è sempre imposto come protagonista assoluta anche quando giocava nei T1 di Ryu "Faker" Sang-Hyeok. Khan è considerato fra i primi giocatori a trasformare il ruolo del top laner alla sua versione moderna, infatti se prima era un ruolo in cui splendevano giocatori molto orientati al teamplay come Jeong "Impact" Eon-Young o Jang "Looper" Hyeong-Seok e specializzati nel utilizzo dei tank, Khan ha portato una visione completamente diversa del ruolo, improntata alla dominazione totale della lane.

 

Prima di Khan infatti era abbastanza raro vedere i Top Laner cercare aggressivamente kill 1 contro 1 e portare in primo piano la propria skill meccanica e diventare il pezzo centrale del proprio team, tattica che invece al giorno d'oggi possiamo vedere in tanti giocatori che si ispirano al coreano come Sergen "BrokenBlade" Celik o Choi "Zeus" Woo-Je

Giungla - Bae "Bengi" Seong-Woong

Servono poche introduzione per l'ex-giocatore degli SKT T1, uno dei giocatori più vincenti di sempre e partner di Faker fin dal 2013, la sua partnership con il leggendario midlaner ha portato a Bengi ben 3 vittorie ai mondiali e 5 titoli della LCK. Da tenere presente anche la sua carriera da coach, dove ha guidato i T1 dal 2021 fino all'estate 2023, crescendo i talenti che hanno portato l'organizzazione alla conquista della quarta Coppa Degli Evocatori nell'autunno dell'anno scorso, che rendono Bengi uno dei giocatori che più di tutti meritano l'ingresso nella Hall Of Legends.

Mid Lane - Ryu "Faker" Sang-Hyeok ed Enrique "xPeke" Cedeno Martinez

Non si può parlare di League Of Legends senza parlare di Faker, colui che senza alcuna ombra di dubbio ha conquistato il titolo di giocatore più forte di sempre vincendo il mondiale 2023, un midlaner a dir poco leggendario che ancora oggi ispira tantissimi appassionati a diventare più forti e che in Corea Del Sud ha raggiunto la stato di vera e propria celebrità.
 

Sempre nella Midlane sarebbe giusto premiare uno dei giocatori più importanti per la storia del gioco nell'Ovest, xPeke, campione del primo mondiale nel 2011, giocatore storico dei Fnatic e fondatore degli Origen, una delle organizzazioni più forti su suolo europeo negli anni formativi di League Of Legends e che hanno portato tantissime gioie ai fan europei nell'epoca in cui l'Europa poteva andare testa a testa con la Corea Del Sud e la Cina.

ADC - Jian "Uzi" Zihao

Conosciuto da molti come "L'eterno secondo", Uzi è probabilmente il giocatore cinese più forte che abbia mai toccato League Of Legends e solo per il suo impatto sulla community cinese andrebbe inserito nella Hall Of Legends. Se al suo impatto culturale aggiungiamo anche la vittoria all'MSI 2018, i numerosi secondi posti in competizioni importanti e la visibilissima skill meccanica di questo giocatore, che in patria è spesso paragonato al popolarissimo giocatore di DotA 2 Wang "Ame" Chunyu, la sua inclusione nel pantheon di League Of Legends dovrebbe essere scontata.

Support - Hong "MadLife" Ming-Gi

Uno dei support più forti durante le prime stagioni competitive di League Of Legends, MadLife è passato alla storia per la sua abilità meccanica straordinaria su campioni come Thresh, al punto che l'atto di colpire la Q di Thresh prevedendo i movimenti dell'avversario è chiamato dai giocatori competitivi "un MadLife". MadLife ha avuto un impatto incredibile sulla community di League Of Legends, nonostante non abbia mai vinto mondiale, soprattutto per aver ispirato tanti giocatori di approcciare il ruolo del Support con un occhio diverso, non più il ruolo per i giocatori poco meccanici relegati a campioni "semplici" bensì una posizione che può partorire superstar del calibro di Mihael "MikyX" Mehle o Ryu "Keria" Min-Seok.

 

Consigliati