Banksy, spunta una nuova opera a nord di Londra

L’artista ha rivendicato l’opera pubblicandola sui suoi canali social, il murale è un grido ambientalista

Siamo a Hornsey Road, Finsbury Park, nella zona nord di Londra, e nella notte di domenica 17 marzo, festa di San Patrizio, Banksy ci ha regalato una nuova opera dal significato complesso ma dai chiari rimandi ambientalisti. 

 

Banksy, il messaggio green la notte di San Patrizio

Un albero spoglio, arido e, alle sue spalle, rami e foglie di un verde brillante, il verde dell’Irlanda della Festa di San Patrizio o, secondo Stefano Antonelli, curatore di numerose mostre dedicate allo street artist anonimo, una tonalità di verde simile a “quella dei cartelli della municipalità di Islington” luogo dell’opera rivendicata da Banksy, tramite i suoi canali social,  a un giorno dalla sua realizzazione. 
 

View post on Twitter
View post on Twitter

Le opere di Banksy non hanno mai un’unica chiave di lettura e, ad oggi, il significato del murale nella sua complessità, ci è ancora oscuro. L’aridità reale dell’albero accostata al verde artificiale delle foglie testimoniano un dichiarato rimando ai temi ambientalisti ma, protagonista della scena è una bambina, tra le mani un uno spruzzatore a pressione e lo sguardo rivolto alla sua opera. Il messaggio, in questo caso, potrebbe essere interpretato come un passaggio del testimone: spetta alle nuove generazioni proteggere l’ambiente, il nostro pianeta. I millennials, i boomers, hanno fallito, l’albero è già morto.

Gamers nel nome dell’ambiente

Se, nell'opera di Banksy, il benessere del pianeta è affidato alla generazione più giovane, nel mondo del gaming le tematiche ambientaliste sono condivisibili a tutte le età. È questo il caso di videogiochi di successo come Frostpunk, sviluppato da 11BitStudios, che catapulta il gamer in un mondo distopico in cui è in corso una glaciazione dove tutto è da ricostruire e ai sopravvissuti guidati da “Il Capitano” protagonista del gioco, è affidato l’arduo compito di dare priorità agli edifici a seconda della quantità di calore necessaria alla struttura. La trama viene costruira dal giocatore attraverso scenari diversi in cui il filo rosso sarà la capacità di usare la tecnologia per conquistare nuove modalità di produzione e consumo di energia
 

Il cambiamento climatico invece fa da protagonista negli scenari di Civilization IV: Gathering Storm. Siccità, fenomeni meteorologici avversi e improvvisi e soprattutto la necessità di tenere a bada le emissioni di Co2 sono solo alcuni degli elementi preponderanti del gioco. Firaxis, sviluppatore del videogame ha voluto fare dell’essere umano il vero game changer introducendo il Consiglio Mondiale il cui scopo è prendere costantemente decisioni sull’uso di energia, tecnologie e risorse. Ognuno deve fare la sua parte e ogni voto conta.

 

Banksy, il gioco e la leggerezza per comunicare tematiche complesse

Non è inusuale che la narrazione su tematiche complesse come l’ambientalismo, la guerra, la grande storia passi attraverso mondi apparentemente lontani come il gaming o le graphic novel ma, se c’è una cosa che Banksy ha testimoniato con le sue opere è che non c’è grande tema che non possa essere affrontato con la semplicità di un’immagine. Basta pensare ad alcune delle più famose opere dello street artist come No Ball Game o alla celebre Girl with balloon, dove la denuncia della guerra e della violenza sono affidate ai gesti semplici e rivoluzionari dei bambini. Che sia per educare divertendo - come nel caso dei videogame - per denunciare attraverso l’arte, per raccontare con un disegno, a fare la differenza è la consapevolezza dell’importanza di ciascuno di noi nel big game. Noi siamo i membri del Consiglio Mondiale, noi siamo la civiltà a cui è affidata la cura del presente. Giochiamo ogni giorno ad un gioco in cui tutti siamo chiamati a vincere.

Consigliati