Amazon Games punta a diventare “il miglior editore di videogiochi in circolazione”

A differenza delle strategie di marketing della divisione giochi di Netflix, Amazon negli ultimi anni è rimasto silente. Ora, è finalmente pronto a parlare di ciò che sta accadendo (già da tempo) dentro l’azienda

amazon-games-punta-a-diventare-il-miglior-editore-di-videogiochi-in-circolazione-main

Amazon Games è stato estremamente silenzioso negli ultimi anni. Così silenzioso che forse non sapevate nemmeno che Amazon stesse lavorando ai videogiochi. Se pensiamo infatti alla quantità di strategie di marketing che la divisione giochi di Netflix sta mettendo dietro ai suoi titoli, al confronto il lavoro di Amazon potrebbe sembrare nullo. Tuttavia, sei anni dopo essere entrato a far parte di Amazon Games come vicepresidente nel 2018, Christoph Hartmann, il cofondatore dell'editore di videogiochi 2K, è finalmente pronto a parlare di ciò che sta accadendo (già da tempo) a porte chiuse, mentre la società si avvicina all'uscita a settembre del suo MMORPG free-to-play Throne and Liberty e al lancio a ottobre dell'RPG d'azione New World: Aeternum, i quali saranno entrambi disponibili su PC, PlayStation 5 e console Xbox Serie X ed S.

La silenziosa strategia di Amazon Games

Prima di addentrarci nei meandri dell'argomento, dobbiamo sottolineare il motivo per cui finora non c'è stato molto da dire: la realizzazione di videogiochi può richiedere molto tempo, soprattutto quando si cerca di lasciare un'ottima prima impressione. 

 

View post on X
View post on X

 

Lo spiega bene Christoph Hartmann, nel corso di una lunga intervista con Variety:

 

"L'approccio che abbiamo adottato in Amazon è il gioco lungo. Invece di andare a fare acquisti frenetici e raccogliere studi - e sapete com'è, a volte funziona, ma nessuno parla delle acquisizioni di studi che non hanno funzionato, ma in realtà sono molte di più di quelle che hanno funzionato - ci siamo detti: concentriamoci su giochi interni ed esterni selettivi. Se si guarda da dove siamo partiti a dove siamo ora, abbiamo otto giochi in fase di sviluppo e inizieremo a produrre giochi con una cadenza più regolare. Ma sono anche convinto che ci si possa concentrare solo su due o tre giochi all'anno"

 

 

View post on X
View post on X

 

Questo significa che, purtroppo, non ha nulla da dire sui prossimi videogiochi di Amazon Tomb Raider e Il Signore degli Anelli. Tuttavia, Hartmann ha raccontato che la strategia e la filosofia di Amazon punta a far diventare l'azienda "il miglior editore di videogiochi in circolazione".

Il caso transmediale di Fallout: il successo è di Amazon ma il profitto va a Microsoft

Joost van Dreunen, professore della NYU Stern School of Business ed esperto del settore dei videogiochi, ha raccontato a Variety:

 

"Amazon Games è un po' strano per Amazon per alcune ragioni. Il processo creativo di creazione dei giochi è disordinato e si basa sempre più su offerte a lungo termine basate su servizi. Ciò significa che, mentre è molto facile per Amazon, Netflix o Apple acquistare film e spendere 30 miliardi di dollari in programmi televisivi o ottenere i diritti per lo streaming di una produzione hollywoodiana sulle loro piattaforme video, si tratta di un acquisto discreto: lo compri e poi è tuo per un periodo di tempo limitato. Con i giochi, devi svilupparli, ma anche se li acquisti, devi comunque tenere conto del fatto che devi soddisfare il pubblico su base regolare”

 

View post on X
View post on X

 

Secondo Dreunen, è dunque l'approccio dell'azienda alla proprietà intellettuale transmediale che potrebbe determinare la crescita di Amazon Games, che a sua volta sottolinea il successo della serie televisiva Fallout per Amazon, pur notando che è il Bethesda Game Studio di Microsoft a trarre profitto dal successo della serie di giochi esistenti.

 

View post on X
View post on X

 

"Penso che abbiano un punto di vista interessante, in quanto si pongono in una prospettiva a più livelli", ha aggiunto. Proseguendo con quanto segue:

 

"Stanno sviluppando e pubblicando un mucchio di progetti diversi allo stesso tempo e quello che stanno imparando e che hanno capito più di recente è l'importanza di una posizione in cui possono fare cose incredibili, a patto di possedere la proprietà intellettuale. Nel caso della serie 'Fallout', che è una proprietà intellettuale di Microsoft, abbiamo visto che ha avuto un grande successo e che tutti gli spettatori, ma anche tutti i giochi e le spese di gioco, vanno direttamente a Microsoft"

 

View post on X
View post on X

 

Per questi motivi, è possibile immaginare un futuro non lontano in cui Amazon farà bene a rilasciare un gioco simultaneamente disponibile per PC, console e dispositivi mobili, oltre a lanciare una serie TV sul suo servizio di streaming. Pertanto, è chiaro come il nuovo programma di Amazon Games spingerà a trovare i contenuti appropriati, capaci di direzionare il pubblico in stradi diverse attraverso il suo ecosistema di attività e servizi. Anche le più recenti acquisizioni, da un punto di vista di crescita del  team sia negli Stati Uniti che a livello internazionale, hanno suggerito proprio questo percorso.

Consigliati