Il platformer cyberpunk Ghostrunner 2 ora disponibile

Ghostrunner, uno dei pochissimi Platformer in prima persona di successo degli ultimi anni ha appena ricevuto un seguito, che amplia le meccaniche e il mondo cyberpunk del gioco originale

26/10/2023

Arriva su Playstation 5, Xbox Series X e PC il seguito dell'acclamato platformer in prima persona dello studio One More Level, Ghostrunner, che aveva incantato tantissimi giocatori con la sua atmosfera Cyberpunk, piena di insegna al neon, luci soffuse e tecnologia futuristica, unita al gameplay veloce e brutale, che dava vita alla fantasia di essere un Ninja Robot invincibile, il seguito amplia non solo il gameplay, ma dà anche più profondità alla storia, ampliando il mondo del gioco e dando la possibilità di esplorarlo più a fondo.

Tutte le novità di gameplay di Ghostrunner 2

Una delle novità più importanti è l'introduzione della motocicletta futuristica che Jack, il protagonista, ruberà ai suoi nemici nel corso della storia, la moto verrà usata sia per delle sezioni action ad alta velocità nelle autostrade futuristiche della Torre Dharma che per delle sezioni esplorative, in cui guideremo nelle aree che circondano la città cyberpunk.

 

Torneranno alcune delle meccaniche più iconiche del primo gioco, come il bottone per rallentare il tempo, che ci permetterà di pianificare i nostri movimenti per essere il più letali possibile, le mod, che permettono di modificare fondamentalmente il funzionamento del personaggio, rendendolo più veloce, dandogli un salto extra oppure potenziando la nostra katana, oltre alle vecchie abilità Jack ora possiede tre mosse finali (che saranno sbloccate nel corso del gioco) che saranno utili per uscire da situazioni spinose oppure per eliminare velocemente i nemici più ostici.

 

Ghostrunner 2 inoltre non dimentica le sue origini, dando molto spazio in ogni livello alla creatività dei giocatori, con numerose possibilità di affrontare ogni sfida di platforming o di combattimento, con un timer alla fine di ogni livello per spingerci a migliorare le nostre abilità sempre di più, infatti ci si augura che questo gioco, come il suo predecessore sarà amato dagli speedrunner, che possono apprezzare la responsività dei comandi e velocitò del platforming più di chiunque altro.

L'ambientazione di Ghostrunner

Uno dei punti di forza più grandi di Ghostrunner è sicuramente l'ambientazione, che il team artistico di One More Level ha sviluppato enormemente nel sequel, se prima eravamo limitati alla Dharma Tower, un enorme città verticale, piena di insegne al neon, vicoli bui e umidi, edifici industriali pieni macchine futuristiche, night club e palazzi popolati da robot, con quella spruzzata di elementi più inquietanti, come gli scorci quasi neo-gotici che si possono vedere nei bassifondi e i nemici principali, il Culto degli Asura, dei fanatici religiosi che venerano le intelligenze artificiali che aggiungono una nuova dimensione all'estetica dei nemici e delle ambientazioni legate ad essi, in cui possiamo vedere campate di pseudo-cattedrali futuristiche e il Cyber Void, una simulazione a cui potremmo collegarci, in cui vedremo cancelli shintoisti olografici che rimandano molto all'immaginario cyberpunk giapponese, piattaforme sospese nel vuoto e misteriose luci che ci guideranno, dando ancora più di quell'aria tecno-religiosa che è stata introdotta in questo capitolo della saga.

 

Le influenze giapponese sono poi ovvie quando analizziamo il nostro personaggio, Jack veste sempre di nero e brandisce una katana che si illumina come una tastiera da gaming, prendendo a piene mani dall'immaginario dei ninja futuristici che possiamo vedere sia in prodotti giapponesi che in prodotti occidentali (come l'espansione di Magic The Gathering "Kamigawa Neon Dinasty") e Ghostrunner 2 riesce a catturare pienamente questa corrente estetica, non solo visualmente, ma anche nel modo in cui i giocatori potranno controllare Jack, rallentando il tempo, lanciando shuriken e saltando da un muro all'altro mentre si macellano nemici in un vortice di ultra-violenza futuristica e sanguinosa.

La trama del sequel

La storia di Ghostrunner 2 inizia un anno dopo gli eventi del primo gioco, Jack è sopravvissuto alla morte dell'Architetto, l'intelligenza artificiale che ci ha guidato nel corso del primo gioco, ora l'assassino cibernetico lavora per un organizzazione chiamata gli Scalatori, i ribelli che stanno cercando di istituire un governo democratico dentro la distopica Dharma Tower, ma il clima di instabilità ha risvegliato il Culto degli Asura, degli androidi di prima generazione che venerano le intelligenze artificiali come divinità e sono di aspetto molto simile a Jack, che dovrà scoprire il suo passato e tutto quello che circonda la sua esistenza.

 

La nuova trama promette di esplorare non solo la Dharma Tower e il passato di Jack, ma anche il mondo al di fuori della città illuminata al neon, che One More Level sta tenendo nascosto da tutti, le teorie dei fan su cosa ci sia al di fuori delle mura della metropoli sono molteplici e la più popolare è un ambientazione desertica à la Mad Max (Teoria rinforzata anche dalla presenza della motocicletta)  che sarebbe molto interessante da vedere come contrasto alla torre artificiale e iper-tecnologica in cui abbiamo passato tutto il primo gioco.

La colonna sonora

Un altro punto di forza del sequel sembra essere la colonna sonora, una compilation di musica Techno aggressiva, futuristica e con quella punta di inquietudine che riesce a rappresentare al meglio l'estetica cyberpunk, è facile ascoltare l'album ufficiale con la OST, pubblicato su Spotify, e immaginarsi in mezzo all'azione, decapitando cyborg a bordo della propria moto, mentre si sfreccia in mezzo ai grattacieli, confermando la bontà del lavoro fatto da One More Level e 505 Games nella scelta degli artisti che hanno collaborato alla soundtrack.

 

In definitiva Ghostrunner 2 si prospetta come un esperienza che sarà familiare ai fan del primo capitolo, ma è stato confermato da One More Level che il gioco è perfettamente Stand-Alone ed è pensato anche come punto d'ingresso per i nuovi fan, che si potranno approcciare alle meccaniche di platforming che enfatizzano la velocità e spettacolarità.

Consigliati