Tetris: un ragazzo di 13 anni batte la versione Nes

Dopo quasi 40 anni dalla sua uscita, un ragazzo è riuscito a battere la versione per Nes del Tetris, imponendosi come il primo uomo a farcela "ufficialmente"

Il secondo gioco più venduto di sempre, Tetris, è un gioco semplicissimo ed è in grado di catturare l'attenzione di chiunque indipendentemente dalle proprie capacità. Quando fu sviluppato nel 1984, il suo ideatore tale Aleksej Leonidovič Pažitnov non imagginava di trovarsi di fronte ad un gioco rivoluzionario, capace di cambiare per sempre la visione che il mondo aveva dei videogiochi.

Dalla Russia sovietica al 2023

L'ideazione di un videogioco, all'interno della cortina di ferro dell'Unione Sovietica sul finire degli anni 80 e quindi ormai prossima alla sua caduta definitiva, poneva parecchi problemi in termini di distribuzione al di fuori del proprio paese e dei relativi stati satellite, quindi quando fu lanciato in bundle con il primissimo Game Boy il gioco scatenò un successo sensazionale, tanto da riuscire a vendere numerose copie ancora oggi. 

Si parla di circa mezzo miliardo di copie vendute ed anche se ben lontano dal record dell'idraulico più amato dell'universo Nintendo, con quasi 900 milioni di copie vendute.

 

 

Il gioco riuscì a sopravvivere nel tempo senza aver bisogno di rinnovarsi troppo; certo, dalla sua prima versione ad oggi ambientazioni sfondi e regole sono cambiate parecchio, ma alla fine quello che conta è sempre la stessa cosa: eliminare barre di mattoncini e vincere il gioco ottenendo i punteggi più alti ( anche se la miglior versione uscita fin ora è probabilmente quella in versione battle royale con Tetris 99).

 

All'alba del 40° anniversario dall'uscita del primo capitolo, la versione per NES di Tetris rimaneva una delle poche a non essere mai state battute. Prima dell'invenzione delle leaderboard mondiali online, non bastava solo la parola di aver raggiunto l'ultimo livello, bisognava arrivare al cosi detto "Kill Screen", il quale si intende come limite di programmazione del gioco che superato un certo livello non riesce a calcolare più il livello successivo e si freeza irrimediabilmente. 

 

Il primo "Kill Screen" per il celebre cabinato, amato in tutto il mondo, Pac-man è stato raggiunto nel 1999 da Billy Mitchel, il quale ha raggiunto il 256esimo livello. Come detto già in precedenza, la versione per NES di Tetris, non era mai stata battuta da un essere umano fino ad ora.

13 anni da record

Willis Gibson, un nome che citeremo spesso in questo articolo, è il ragazzino prodigio che all'età di 13 anni solamente è riuscito nell'impresa che mai prima d'ora era riuscita ad un essere umano, battere la versione per NES di Tetris. Willis Gibson ha raggiunto l'obbiettivo in live streaming a compensazione di un enorme lavoro, non fatto solamente di pratica sul gioco, ma anche di studio di ciò che era già stato scoperto.

 

 

Pensate che Willis Gibson è riuscito ad ottenere, il "Kill Screen" , dopo ben 157 livelli e dopo aver eliminato la bellezza di 1511 linee di blocchi; un traguardo assoluto, pensando alle difficoltà che in molti hanno solamente per arrivare a 10. Nella storia della versione NES, di Tetris, si era sparsa la notizia che il livello massimo raggiungibile potesse essere, solo, il 29esimo con circa 290 linee di blocchi eliminati, nel 2010 un giovane è riuscito ad arrivare al 30esimo. Si tratta di un tale di nome Thor Aackerlund, dimostrando così che le limitazioni trovate non fossero dettate dalla vicinanza alla fine gioco e al "Kill Screen", ma da una velocità di discesa dei tetramini e la legnosità dei comandi, di fatto riducendo a 0 quasi il tempo di reazione del giocatore che doveva arrivare a prevedere statisticamente ciò che stava per accadere per avvicinarvisi. 

 

Nel 2022 il gioco continua a procedere, raggiunto il 146esimo livello non sembrava più esserci nulla da fare, nessuno riusciva a schiodarsi dalle difficoltà del gioco ideato da Aleksej Leonidovič Pažitnov e dalla balena bianca, che si era trasformata nel leggendario "kill Screen", finchè il giovane Willis Gibson non ha dimostrato, con impegno e dedizione, che anche la versione per NES di Tetris avesse una fine e che il suo impegno sia finalmente stato ripagato.

La polemica

Purtroppo, dobbiamo segnalarlo, durante alcuni dei servizi televisivi dedicati a quello che potremmo definire uno degli avvenimenti più incredibili della storia dei videogiochi, per il quale vi invitiamo a vedere un video relativo anche solo all'ultimo livello di Willis Gibson su Tetris potrete notare la velocità con cui tutto accade e la risposta del giocatore. Durante un servizio di Sky news la conduttrice Jayne Secker, si è lasciata andare ad un commento davvero molto infelice sul traguardo ottenuto dal 13enne americano:

as a mother, Step away from the screen. Go outside. Get some fresh air. Beating Tetris is not a life goal.

Le polemiche attorno alla figura di Jayne Secker non si sono sprecate, l'ondata di odio che la community online riesce ad esprimere a difese di un atto del genere lo conosciamo bene ed l'impeto, che di solito viene generato rischia di farti perdere il lavoro e ciò che hai costruito fino a quel momento. La 51enne inglese, conduce il telegiornale di Sky news da quasi 10 anni ed era già successo in passato, che alcune delle sue uscite facessero avere una caduta di stile alla celebre giornalista e conduttrice.

 

 

Nel 2019 per l'appunto, la giornalista è stata aspramente criticata per il suo atteggiamento troppo accondiscendente e poco comprensivo durante un intervista da lei condotta, come nel caso del giovane americano Willis Gibson, mostrandosi poco sensibile all'argomento e da molti criticata per le sue uscite sui giovani e sul modo con cui affittano le case e firmano i contratti.

 

 

Nonostante la polemica che sta dando ancora adito all'enorme traguardo raggiunto dal ragazzo di soli 13 anni, in grado di ripetere quanto fatto fino a questo momento solo dall'intelligenza artificiale, ci troviamo di fronte per l'ennesima volta al conflitto generazionale in cui: le vecchie generazioni non comprendono l'importanza del mondo dei videogiochi e non riconoscendo traguardi che saranno in grado di cambiarti la vita. Il mondo del gaming questo conflitto piano piano lo sta superando del tutto, ma nel mondo dell'esport esiste ancora e molti ragazzi, meno fortunati di Willis Gibson, vengono costretti dalle famiglie ad abbandonare i propri sogni di gloria in favore di un pensiero più arcaico del futuro e del lavoro.

Consigliati