Fortnite: il 2024 sarà l'ultimo anno del gioco che conosciamo

Per tutti gli amanti di Fortnite come lo conosciamo oggi, il gioco è pronto a cambiare e mutare verso un nuovo e brillante futuro annunciato ieri durante lo State of Unreal

Durante lo state of Unreal di ieri, Epic Games ha dedicato gran parte del tempo sul palco a parlare di Fortnite, gioco di punta dell'azienda e del futuro del Battle Roayle che ormai tutti abbiamo provato almeno una volta, i temi trattati però hanno virato anche sulla collaborazione con LEGO e sul cambio epocale che arriverà al termine del 2024, scopriamo insieme tutto quanto.

Fortnite dal 2025 UEFN verrà utilizzato per lo sviluppo

La più grande notizia rivelata ieri durante lo state of Unreal è il fatto che Epic abbia deciso di iniziare ad utilizzare i nuovi sistemi di sviluppo con Unreal Engine 5, per il futuro di Fortnite, infatti viene annunciato già sul palco che l'obbiettivo sarà quello di potare la prima stagione di Fortnite sviluppata con UEFN già durante il 2025
 

Per rispondere nel modo più dettagliato possibile, sul cosa sia UEFN vogliamo rifarci al comunicato di Epic Games stessa:

Unreal Editor per Fortnite (UEFN) è un'applicazione per PC che consente di progettare, sviluppare e pubblicare giochi ed esperienze direttamente su Fortnite. Con molti dei potenti strumenti e processi di lavoro di Unreal Engine 5 a portata di mano, tra cui il linguaggio di programmazione Verse, avrai a disposizione un mondo completamente nuovo di opzioni per la produzione e la pubblicazione di giochi ed esperienze per Fortnite che potranno essere apprezzate da milioni di giocatori.

Cosa si può fare con UEFN?

Con questa versione beta di UEFN, potrai:

  • Creare contenuti personalizzati con gli strumenti di modellazione e materiali.
  • Importare mesh, texture, animazioni e audio.
  • Usare Niagara per creare effetti VFX.
  • Animare con Control Rig e Sequencer.
  • Progettare dinamiche di gameplay con Verse.
  • Utilizzare diversi tipi di fotocamera.
  • Creare e animare PNG ad alta fedeltà con MetaHuman.
  • Costruire paesaggi per creare l'ambientazione.
  • Creare esperienze più ampie con World Partition.
  • Utilizzare Fab (versione alfa) per scoprire e importare asset.
  • Utilizzare Live Edit per collaborare in tempo reale con gli altri.
  • Collaborazioni integrate con Unreal Revision Control.
  • Costruire isole con modelli, oggetti scenografici, consumabili, oggetti LEGO® e molto altro.
  • Utilizzare modelli e dispositivi delle tracce per costruire le isole di Rocket Racing.

In che modo UEFN è diverso dalla modalità Creativa di Fortnite?

UEFN è un editor esclusivo per PC che abilita gli stili di lavoro in viewport 3D con gli strumenti di creazione ("Dispositivi") presenti nella modalità Creativa di Fortnite. A differenza della modalità Creativa di Fortnite, in cui si costruiscono e modificano isole all'interno di Fortnite, gli sviluppatori hanno accesso a una serie di strumenti e processi di lavoro di Unreal Editor per PC, molto simili a quelli utilizzati da Epic Games per sviluppare la Battaglia reale di Fortnite.

In che modo UEFN è diverso da Unreal Engine 5?

UEFN è progettato per creare esperienze per Fortnite. Ciò significa che ogni esperienza creata può essere pubblicata sulla piattaforma di Fortnite, raggiungendo un pubblico di milioni di persone. A tal fine, UEFN combina gli strumenti di creazione della modalità Creativa di Fortnite con Unreal Editor, consentendo ai creatori su Unreal Engine di sviluppare contenuti per Fortnite utilizzando un'interfaccia familiare.

UEFN continuerà a evolversi nel corso della beta per aggiungere altre funzionalità che i creatori conoscono bene grazie ad Unreal Editor, per dar loro il controllo su un numero ancora maggiore di aspetti della loro esperienza Fortnite ed espandere le capacità dell'API e del framework di Verse.
 

Viene confermato, anche se in maniera diretta con il trailer mostrato sul palco dello State of Unreal, la possibilità che in futuro avremo la tanto chiacchierata modalità in prima persona per Fortnite, già dal trailer nell'esplorazione di questa nave spaziale abbiamo potuto vedere l'utilizzo di questa meccanica anche se in minima parte, rilegata alla sola esplorazione.

Metahuman il futuro della programmazione 

Vogliamo dedicare uno spazio importante a Metahuman, pochi giorni fa anche Ubisoft era uscita allo scoperto con le sue nuove tecnologie, il sistema NEO, sviluppato da Ubisoft in collaborazione con NVIDIA e Inworld, utilizza tecnologie all'avanguardia legate all'Intelligenza Artificiale per creare PNG (Personaggi Non Giocanti) con comportamenti simili a quelli umani nei videogiochi. La recente presentazione alla GDC 2024 ha mostrato le capacità dei "NEO NPC" di interagire dinamicamente con l'ambiente di gioco e rispondere alle domande dei protagonisti. 

 

Questi personaggi secondari sono progettati per offrire una flessibilità interattiva senza precedenti, aprendo nuove strade per la narrazione dinamica nei videogiochi moderni. La demo ha illustrato tre scenari differenti, evidenziando le ampie possibilità di reazione e animazione in tempo reale dei PNG NEO, che ricordano conversazioni, partecipano alle decisioni e contribuiscono alla risoluzione di problemi all'interno della trama del gioco.

 

 

All'interno dello State of Unreal, l'uscita allo scoperto di Metahuman ha mandato in visibilio la platea, le possibilità espresse oggi da queste tecnologie sembrano infinite e la resa grafica e tecnica sembrano essere senza precedenti, siamo vicini a trasformare i videogiochi in un qualcosa in grado di avvicinarsi alla realtà tanto da sfiorarla.

UEFN: una piattaforma per la creazione dei contenuti

Non solo Epic al centro dei discorsi su Forntite, allo State of Unreal, poiché lo strumento UEFN sarà disponibile per tutti i possessori di Fornite e diverrà lo strumento 2.0 per coloro che cerchino un trampolino di lancio nel mondo della programmazione; ogni giorno su Fortnite vengono lanciate centinaia di isole personalizzate, ma gli strumenti sono veramente molto limitati per coloro i quali abbiano le capacità e non le risorse per sviluppare grandi giochi o grandi esperienze.
 

Il focus principale sarà quello di permetterà una creazione più profonda di esperienza che possano essere legate ad una qualsiasi delle modalità di Fortnite, comprese anche quelle LEGO a patto però che rispettino un PEGI 7 per evitare di creare problemi con il brand danese e la propria classificazione internazionale. Il futuro della piattaforma Fortnite non è mai stato così radioso e allo stato attuale il gioco potrebbe non avere limiti in termini di sviluppo e mantenimento.

Consigliati