Lindsay Lohan: dopo la causa a GTA torna protagonista di un film Netflix

"Irish Wish: Solo un desiderio" promette di essere un'opera che segna il grande ritorno dell’attrice dopo la causa legale (persa) contro Grand Theft Auto V

CREDITI: Dreamstime

Lindsay Lohan è la protagonista di "Irish Wish: Solo un desiderio", la nuova rom-comedy che approda su Netflix il 15 marzo 2024. Il film racconta di una damigella d’onore costretta a supportare il matrimonio della sua migliore amica con la persona di cui, in realtà, è segretamente innamorata. La nota attrice statunitense, volto indimenticabile di molti film adolescenziali che hanno segnato le tendenze degli anni Duemila (vedi, su tutti, 'Mean Girls' e 'Quel pazzo venerdì'), torna dunque sulla scena con un nuovo titolo d'amore. Lo fa dopo la sua ultima pellicola natalizia, 'Falling For Christmas', ma anche dopo la causa (persa) contro GTA. Esatto, proprio quel GTA. Non resta che scoprire trama e cast di "Irish Wish: Solo un desiderio" ma anche i motivi della battaglia legale contro l’azienda statunitense Rockstar Games.

Irish Wish – Solo un desiderio: trama, cast e curiosità

Ecco la trama ufficiale di Irish Wish: Solo un desiderio:

Quando l'uomo della sua vita si fidanza con la sua migliore amica, Maddie mette da parte i sentimenti per farle da damigella d'onore al matrimonio in Irlanda. Pochi giorni prima delle nozze, Maddie esprime però il desiderio di trovare il vero amore e si risveglia nel ruolo della futura sposa, ma quando il sogno sembra realizzarsi, presto si rende conto che la sua anima gemella è una persona completamente diversa. 

 

View post on Instagram
 
View post on Instagram
 

 

Oltre a Lindsay Lohan, nel cast troviamo anche: Jane Seymour, Elizabeth Tan, Ed Speleers, Alexander Vlahos, Ayesha Curry. Ma non solo.

Sul set del film anche il fratello minore di Lindsay Lohan

Con una sceneggiatura di Kristen Hansen, Irish Wish ha permesso a Lindsay Loahn di vivere una nuova esperienza in casa Netflix. Tra gli attori che hanno preso parte al progetto spunta anche Dakota Lohan, nonché fratello minore della stessa Lindsay. L’attrice ha raccontato quanto segue dell’esperienza sul set con il fratello: 

"Ogni volta che sono in famiglia, per qualche strano motivo faccio davvero fatica a non scoppiare a ridere. Faccio facce buffe quando non mi inquadrano soltanto per divertirmi un po’"

 

View post on Instagram
 
View post on Instagram
 

 

Sul suo personaggio, invece, ha dichiarato: 

 

“Il personaggio di Maddie è una donna che si fa strada da sola nel mondo. L’abbiamo modellata in modo che fosse un po’ insicura all’inizio, poi cresce nel corso del film e alla fine riesce davvero a dare il meglio di sé”

La causa legale a GTA

Lindsay Lohan ha fatto causa a Rockstar Games, l'azienda statunitense dedita allo sviluppo e alla distribuzione di videogiochi con sede nella città di New York, principalmente conosciuta per le celebri saghe di Grand Theft Auto e Red Dead.

 

La battaglia legale riguarderebbe proprio uno di questi due franchise. Secondo Lindsay Lohan, il personaggio Lacey Jonas di Grand Theft Auto V sarebbe stato troppo simile all'attrice americana, sia nei tratti fisici che nei modi di vestire. Si tratta, dunque, di una causa per violazione dei diritti di immagine.

 

View post on Twitter
View post on Twitter

 

Oltre alle caratteristiche estetiche, Rockstar è stata accusata di aver inserito elementi della vita privata di Lindsay Lohan all'interno di una delle due missioni che la vedeva indirettamente coinvolta presso un albergo molto simile allo Chateau Marmont di West Hollywood, un tempo domicilio temporaneo della Lohan. 

 

Com’è finita? Secondo i giudici di secondo grado le immagini utilizzate nel videogioco non possono essere qualificate come attività pubblicitaria o di commercio.

 

View post on Twitter
View post on Twitter

 

Di seguito, quanto scritto dalla corte giudicante:

 

“Pur accettando le affermazioni della parte ricorrente, secondo le quali i ritratti presenti nel videogioco sono sufficientemente simili da essere considerati una rappresentazione della parte querelante, le richieste della stessa devono essere archiviate perché questo videogioco non rientra tra le definizioni legali di ‘pubblicità’ o ‘commercio’. La storia di questo videogame, i personaggi, i dialoghi e lo scenario, combinati con l’abilità del giocatore di scegliere come procedere, lo rende un lavoro di fiction e di satira”

 

Non resta che sperare che l'atteso ritorno sul piccolo schermo di Lindsay Lohan vada meglio. Ricordiamo che Irish Wish - Solo un desiderio è disponibile su Netflix a partire dal 15 marzo 2024.

Consigliati