LEC: prima giornata in archivio, chi ha convinto di più?

La prima giornata della LEC si è conclusa con una super settimana iniziale davvero emozionante. Tra le conferme della serata, sembra esserci qualcuno che ha commesso degli errori significativi durante l'off-season.

Il campionato europeo di League of Legends, la LEC, ha ufficialmente preso il via nella serata di ieri. In quest'anno che vedrà le squadre di tutto il mondo competere nel vecchio continente per il titolo di campione del mondo tra 10 mesi, il winter split deve già svelarci quale squadra europea sembra aver svolto il miglior lavoro durante l'intera off-season. Tra grandi ritorni e nuovi arrivi, esploriamo come è andata la prima giornata di LEC.

La nuova arena accoglie i campioni

L'arena di Berlino, che ha ospitato la stagione live di LEC per un po' di tempo, ha subito un restyling in vista dell'arrivo dei mondiali previsti per l'autunno 2024. La stessa arena ospiterà una parte significativa dell'evento, inclusi i play-in e la fase svizzera, prima di spostarsi a Parigi e concludersi a Londra.

 

Per l'occasione, i campioni in carica del LEC, i G2, hanno esordito in stagione affrontando la squadra dei BDS. Quest'ultimi, freschi della partecipazione a un mondiale, hanno dimostrato un buon potenziale provenendo dai play-in, con diversi giocatori che devono ancora raggiungere il loro massimo in termini di performance e costanza.

Lo scontro tra G2 e BDS

Come già detto il match di esordio è stato tra i G2 ed i BDS, le due squadre sono state le prime a rompere il ghiaccio del "LEC" con un game a dir poco spettacolare. Iniziamo dalle draft però, i Bds in prima rotazione bannano in ordine: Draven, Bel Veth e  Le Blanc, pickando in B1 Kalista, ai quali rispondo i G2 con i ban in prima rotazione di: Cait, Ashe e Rumble e decidendo di optare per Neeko R1 e Aphelio R2, le prime due fasi di draft si chiudono con Nocturne B2 e Akali B3 per i BDS, mentre per i G2 si parla di R3 Renata Glasc. Le due squadre decidono infine per optare, partendo dai francesi, Jax Poppy, e per i G2, Blitzcrank Bard, chiudendo le loro draft con B4 Pyke e B5 Renekton, mentre dall'altro lato si risponde con Vi R4 e Gwen R5.

 

Il match di esordio ha visto G2 e BDS protagoniste di un gioco spettacolare, rompendo il ghiaccio nel campionato "LEC". Iniziando con le fasi di draft, i BDS hanno bannato Draven, Bel Veth e Le Blanc nella prima rotazione, optando successivamente per Kalista in B1. G2 ha risposto con i ban di Cait, Ashe e Rumble, scegliendo Neeko in R1 e Aphelios in R2. La fase successiva di draft ha visto i BDS optare per Nocturne in B2 e Akali in B3, mentre i G2 hanno scelto Renata Glasc in R3. Le scelte finali hanno visto i BDS optare per Jax e Poppy, mentre i G2 hanno scelto Blitzcrank e Bard, completando la draft con Pyke, Renekton, Vi e Gwen nelle ultime fasi.

 

Il match tra SK e Rogue

Dopo un anno da dimenticare per i KOI, lo scorso novembre è avvenuta la separazione tra il team e Rogue, lasciando nelle mani di Infinite Reality lo slot di LEC ed i relativi giocatori ormai sotto contratto. Optando per l'acquisto di Markoon ( ex SK) e Zoelys ( ex LDLC), il team viene ultimato e tra i dubbi dei tifosi la squadra approccia il torneo vinto l'ultima volta nel 2022. Per gli SK invece, la perdita di Markoon si rivela una opportunità per prendere Nisqy ( ex Mad Lions in mid) e ISMA ( talento ex Movistar Rider).

 

 

La partita tra SK e Rogue sembra essere stata dominata fin dall'inizio. L'ingresso di ISMA ha portato una forte pressione sulla mid lane di Larsen, creando spazi per tutto il team di SK che ha saputo punire gli avversari. Nonostante un leggero barlume di reazione da parte dei Rogue durante gli obiettivi neutrali e alcune kill ottenute sugli errori individuali di Nisqy ed Irrelevant, lo Xin Zhao di Isma è stato la vera stella della partita. Ha conquistato 3 draghi montuosi, 2 Baron e ha partecipato a 13 delle 14 uccisioni totali del team. La performance del lane di Szygenda ha deluso molto per i Rogue.

Fnatic vs Karmine Corp

I Fnatic arrivano al nuovo anno con una novità importante cambiano il proprio support prendendo Jun ( ex KDF e DRX) confermando il resto della squadra. I Karmine Corp, approdati quest'anno alla massima serie Europea di LEC decidono di puntare sul mantenimento dello zoccolo duro della propria squadra è sfruttando alcune ghiotte occasioni sul mercato prendendo il Talento Bo dai Vitality e Upset l'espertissimo player ex Fnatic e Vitality tra gli altri. Tutti gli occhi sembrano puntati sul duello nella linea mid tra Saken e Humanoid.

 

Per quanto la partita sia fin da subito molto frizzante con li scontri ripetuti tra Bo e Razork a contestare l'uno la giungla dell'altro sembra chiaro che il match andrà per le lunghe, molte schermaglie e kill che arrivano da entrambi i lati, se da una parte viene premiata la coordinazione dei Fnatic nel chiudere le azioni in dive, dall'altro arriva un'attenta copertura sugli obbiettivi neutrali da parte del team dei KC. Alla fine giunti in late game la dove ci si aspettava che le cose potessero cambiare, si attivano i due fattori su cui la draft Fnatic puntava, la resistenza di un K'sante top che dimostra di essere indomabile e la capacità di Humanoid  di attendere pazientemente di venir abilitato dalla situazione di fight giusta. I Fnatic trionfano dopo 40 minuti e con molta sofferenza contro dei Karmine Corp che comunque non fanno la figura del comprimario sacco da boxe.

Team Vitality affronta i GiantX

Partendo dalla collaborazione tra Giants ed Excel nasce un team che conferma il roster della precedente organizzazione per 4 su 5 e decide di integrare IgNar, giocatore del team degli NRG con i quali ha raggiunto la top 8 dell'ultimo mondiale. Per i Vitality invece si cerca ancora il bandolo della matassa, il tentativo di questa stagione sembra voler puntare il dito verso la diaspora dei giocatori dei Mad acquisendo così in toto la Bot lane di Carzzy e Hylissang e modificando la linea mid con l'introduzione di Vetheo dagli Heretics.

 

 

L'early game canta a gran voce GiantX, con un IgNar che fin da subito impressiona con i suoi grab di Blitzcrank facilitando di molto il lavoro di Draven che conquista 2 kill in 7 minuti e quello di Xin Zhao che ne conquista altrettante nel medesimo tempo. Un early game disastroso da parte di Daglas, viene salvato da una scarsa coordinazione dei Giantx nelle fasi di fight mid game non riuscendo a sfruttare in toto l'enorme vantaggio accumulato botlane ed un Aatrox poco brillante, fino al 25° minuto dove Odoamne salva capra e cavolo. Il game si conclude in un rocambolesco errore di calcolo dei Vitality su i death timer dei propri avversari che sfruttano l'over estensione del team avversario per chiuderli con un doppio tp di Odo e Jackies e rovesciando il tutto e andando loro stessi a chiudere il game sfruttando ancora due buff del barone e distruggendo ben 5 torri e un inibitor nella singola azione.

Mad Lions Koi - Team Heretics

Dopo il disastro di Koi x Rogue, la società guidata da Ibai decide quindi di investire sulla società dei Mad Lions, puntando sul lancio di molti giovani della EMEA master, come Alvaro, Supa e Fresskowy dal team dei Movistar Rider ( quest'ultimo vecchia conoscenza del campionato italiano nelle file dei Racoon) e Myrwn ex Team Heretics accademy. Nel derby tutto spagnolo, la formazione degli Heretics punta tanto sull'ex colonia di player G2, mettendo a referto l'acquisto di Perkz, Wunder che vanno ad affiancare Jankos e Flakked, concludendo il team con l'inserimento di Kaiser come support d'esperienza dai Vitality.

 

La partita racconta di una sola squadra in campo i Mad Lions Koi, triturano la bot lane avversaria fin dalle prime battute di gioco, riuscendo a coodiavure con la combinazione di Aphelios Renata Glasc  una pressione incredibile che permette allo Xin Zhao di Elyoya di surclassare Jankos, il quale non può servirsi di Perkz dalla Mid con un Ryze che non riuscirà mai ad entrare in partita. In 27 minuti di game, non viene conquistata l'anima della Montagna, ma vengono uccisi due Baron dal team dei MAD, concedendo una sola kill e dimostrando a tutti la genuinità di un progetto giovane. 

Consigliati