Le follie del mercato di CS2

Fra giocatori iconici messi in panchina, roster regionali che diventano internazionali e melodrammi degni del teatro greco, il mercato di Counter-Strike 2 è in preda a uno rimescolamento mai visto prima.

1/11/2023

Con l'uscita di CS2 e il suo impatto sulla comunità competitiva di Counter-Strike, ci si aspettava che ci sarebbe stata una rivoluzione di molti roster, anche fra quelli più stabili, ma mai ci si sarebbe potuto aspettare quello che sta succedendo negli ultimi giorni, fra pugnalate alle spalle, investimenti statali e prezzi da capogiro. ecco alcune delle storie più strabilianti del mercato dei giocatori di Counter-Strike.

Le icone se ne vanno

Alcune delle notizie più importanti riguardano le mosse shock, che hanno visto alcuni giocatori iconici che se ne andranno dai team che li hanno portati alla gloria durante l'epoca di CS: GO, alcuni se ne vanno per motivi personali, altri per motivi economici e altri sembrano la trama di una serie TV

La congiura di CadiaN

Partendo dalla storia più calda della finestra di mercato, l'addio di Casper "CadiaN" Moller agli Heroic, la squadra che ha rappresentato per 4 anni come IGL e AWPer, una squadra con cui CadiaN ha toccato il fondo (basta pensare al famoso video in cui gira senza maglietta per le strade di Los Angeles durante la pandemia, disperato per la trattativa fallita fra Heroic e FunPlus Phoenix) ma ha anche raggiunto picchi altissimi, fra cui la vittoria di 6 trofei importanti e tantissimi eventi da protagonista.

Il taglio di CadiaN sembrava inizialmente una mossa scellerata, dopotutto il capitano danese era il cuore del team, oltre che lo stratega ma nella settimana seguente al suo taglio è uscita la verità, proprio dall'organizzazione stessa, che sostiene che il taglio è stato causato dalle due giovani stelle del team, Martin "stavn" Lund e Jakob "jabbi" Nygaard, che durante la fase di firma dei contratti hanno richiesto di togliere dal roster l'IGL, con l'organizzazione danese costretta a scegliere fra il loro capitano e i loro giocatori più forti, hanno scelto la coppia di rifler.

Ma in un colpo di scena tragico, Heroic ha poi scoperto che sia stavn che jabbi hanno deciso di non rinnovare i loro contratti (in scadenza fra 10 mesi) e avevano già preso accordi con un altra org danese, Astralis, un organizzazione che ha dominato completamente Counter-Strike dal 2018 al 2020, ma che recentemente ha faticato a tornare fra le migliori al mondo, oltre ad essere rivali regionali di Heroic.

Per punire stavn e jabbi per aver tradito la fiducia dell'organizzazione Heroic, entrambi i giocatori sono stati tolti dal roster, probabilmente in attesa che Astralis decida di pagare la penale per comprarli, lasciando però Heroic senza IGL e senza star, una situazione difficilissima per la org danese che potrebbe addirittura portare all'uscita totale dell'org da CS2 (secondo alcuni report infatti stanno cercando nuove opportunità di investimento su DotA 2).

Ninjas in Pyjamas diventano spagnoli

Un altra mossa scioccante è stata quella dei Ninjas in Pyjamas, un organizzazzione storica per la regione scandinava, in particolare la Svezia di lasciar andare Ludvig "brollan" Brolin e Hampus "Hampus" Poser, per sostituirli con il danese Patrick "es3tag" Hansen e a sorpresa l'IGL spagnolo Alejandro "alex" Masanet, per la prima volta il roster dei NiP non sarà a maggioranza svedese, con il solo Fredrick "REZ" Sterner a rappresentare la nazione d'origine della squadra.

Per quanto il team scandinavo stesse passando un momento difficile, la notizia è stata un duro colpo per la comunità svedese, che ormai è molto meno florida rispetto ai tempi di CSGO e CS 1.6, vedere un organizzazione storica lasciare la regione, non è un segnale positivo per tutti i giovani giocatori svedesi.

I Falcons e gli investimenti sauditi

Una delle squadre che più spaventa i fan è il Team Falcons, un organizzazione saudita che ha legami con il fondo d'investimento pubblico dello stato, lo stesso fondo d'investimento che possiede ad esempio il Newcastle United della Premier League inglese e quindi con un budget molto ampio rispetto alle altre squadre di Counter-Strike.

Come prima dimostrazione di forza, i Falcons sono riusciti a strappare il leggendario coach Danny "zonic" Sorensen ai Vitality, con il coach danese che ha ricevuto carta bianca dall'organizzazione saudita, la fantasia dei fan ha iniziato a galoppare, si parla di superteam che includono Nikola "NiKo" Kovacs, Oleksandr "S1mple" Kostyliev e Finn "Karrigan" Andersen.

Ma la realtà dei fatti è che per ora i Falcons hanno solamente comprato un ottimo coach e dispongono già di un team con alcuni giocatori molto promettenti come Mohammad "BOROS" Malhas e Milosz "MHL" Knasiak e forse  è già abbastanza per un team spaventoso, senza bisogno di tirare in ballo i nomi più pesanti dell'esport.

GamesSquare e FaZe Clan

La compagnia proprietaria dell'org Complexity, GamesSquare, ha deciso di aggiungere il FaZe Clan al suo roster di organizzazioni e questo causa un grosso problema, perchè se Complexity e FaZe ora non potranno più giocare negli stessi tornei per via del conflitto d'interessi della compagnia proprietaria, dunque occorrerà trovare una soluzione e GamesSquare sembra aver deciso che la soluzione ottimale è smembrare il team pluripremiato dei FaZe.

La mossa non è ancora ufficiale ma sembra proprio che vedremmo 5 dei giocatori più forti al mondo a piede libero da un giorno all'altro, fra loro il canadese Russel "Twistzz" Van Dulken sembra essere il più vicino all'addio, con la scelta fra il ritorno al Team Liquid oppure andare a cercare nuove sfide ai Vitality, il norvegese Havard "rain" Nygaard sembra essere vicino all'organizzazione Apeks, che punta a creare un superteam norvegese, ancora un mistero il futuro del capitano karrigan, dell'awper Helvjis "broky" Saukants e dell'asso estone Robin "Ropz" Kool.

Liquid torna a stelle e strisce

Dopo un esperimento fallito in Europa, l'org storica per il nord america Team Liquid ha deciso di tornare ad avere un roster a maggioranza americana, salutando il russo Robert "Patsi" Isyanov e il bulgaro Aleks "Rainwaker" Petrov. 

In questo modo la maggioranza del sarebbe nordamericana con Twistzz, Keith "NAF" Markovic e Joshua "oSee" Ohm a rappresentare Canada e Stati Uniti insieme ai 2 importi europei CadiaN e Mareks "YEKINDAR" Galinskis a completare il team che competerà nel circuito di qualifiche nordamericano.

Consigliati