I 20 titoli più giocati del 2023

Termina un 2023 ricco di nuovi giochi per il launcher più utilizzato su personal computer, ma quali sono stati i 20 giochi più giocati dell'anno?

Il 2023 sta volgendo al termine e dopo l'enorme mole di contenuti usciti, con la cifra monstre di più di 14 mila nuovi giochi lanciati nell'arco dei 365 sulla sola piattaforma di Steam, certo tra quei 14 mila c'è chi è riuscito ad uscire dall'anonimato come vedremo dopo e chi per scelte scellerate ha fatto un tonfo clamoroso.

I 20 giochi più giocati su steam nel 2023

A Marzo, il 26 per la precisione, la piattaforma ha registrato l'incredibile somma di 33.598.520 giocatori attivi contemporaneamente, facendo segnare il nuovo record per la piattaforma, il quale ci racconta una certa preferenza dei videogiocatori per la vecchia piattaforma di Valve rispetto ai 1000 launcher ormai presenti sul mercato con funzioni pressochè simili e alle volte anche meno funzionali dell'originaria

 

La classifica dei titoli più giocati

Andiamo a vedere quali sono i 20 giochi, usciti nel 2023, con più giocatori attivi contemporaneamente:

  • Hogwarts Legacy: con 879.308 giocatori in contemporanea è stato il gioco a far registrare il picco più alto di giocatori attivi in contemporanea, un risultato incredibile dettato forse anche dall'hype che ruota attorno al brand
  • Baldur's Gate 3: con 875.343 presente ormai in tutte le nostre classifiche, il goty di quest'anno andrebbe sicuramente alla prima posizione se si parlasse di giocatori durante lo stesso periodo di tempo.
  • Sons of the Forest: con 414.257, il survival game più atteso dell'anno ci racconta due cose chiudendo il podio: la prima è che i due titoli sopracitati sono riusciti a doppiare il terzo e secondo i giocatori cercano sempre più avventure da condividere e non per competere.
  • Starfield: con 330.723 nonostante le critiche e i problemi segnalati dagli utenti scontenti delle scelte di Bethesda il gioco si è confermato come uno dei migliori titoli del 2023
  • The Finals: con 242.619 è il primo gioco in cui due o più giocatori competono fra loro fino alla posizione numero 16 mostrando un ottimo potenziale svolto fin ora, con la problematica cheater che ora potrebbe rimescolare tutto.
  • Lethal Company: 240.817 probabilmente il miglior indie game dai tempi di among us in termini di divertimento e spensieratezza derivante un ottimo risultato dopo così poco
  • Resident Evil 4: con 168.191 il remake del miglior gioco di Resident Evil conferma quanto la serie capcom abbia tantissimo hype attorno e che il loro lavoro ha sempre una super risposta.
  • Armored Core VI: con 156.171, nonostante gli anni la serie armored core detiene ancora il suo fascino retrò, molti giocatori di vecchia data hanno apprezzato il rilancio della serie che ora si avvicina anche al pubblico che non giocò i primi capitoli.
  • Remnat II: con 110.856 conferma quanto vi avevamo detto di buono, il lavoro svolto su questo souls like è incredibile e il tutto risulta assolutamente buono per gli amanti del genere e dei tps.
  • Cities: Skylines II: con 104.697, il city builder per eccellenza ha portato con un se  una ventata d'aria fresca per quanto riguarda il genere.
  • Party Animals: con 104.174 è senz'ombra di dubbio il miglior gioco che esista da giocare in compagnia con i propri amici, animali che si picchiano senza violenza e con buffi ragdoll che vi faranno ridere a crepa pelle.
  • Dave The diver: 98.480 uno dei migliori indie dell'anno, a cui è valsa la presenza ai the game awards si conferma tra i migliori giochi di questo 2023 e per quanto il gioco sia molto bello sotto diversi aspetti forse un secondo capito potrebbe permettere al titolo di fare ancora più incetta di video giocatori.
  • Ark Survival Ascended: con 98.047 conferma le enormi aspettative su uno dei survival che più ha segnato la scorsa generazione, i dinosauri hanno sempre il loro fascino ed i numeri del nuovo ark confermano le grandi aspettative dopo il reveal trailer con Vin Disel.
  • BattleBit Remastered: con 87.323 il miglior fps del 2023, affermazione un po' pesante, ma fidatevi che se scaricherete BattleBit il vostro cuore vi riporterà a un tempo ormai dimenticato in cui i giochi di guerra erano punitivi in cui EA e Activision imbastivano la lotta anno dopo anno su chi riuscisse a proporre il miglior gioco di categoria e il risultato è che 3 ragazzi senza giochi all'attivo alle spalle hanno realizzato ciò che le grandi case non sanno più fare.
  • Football Manager 2024: con 86.900 il manageriale targato sega arriva alla sua ultima iterazione con la promessa che la formula che abbiamo apprezzato fino ad oggi ci saluterà il prossimo anno, per abbracciare una nuova veste grafica.
  • EA FC 24: con 82.287, nonostante l'uso da parte della maggioranza dei giocatori della piattaforma di EA molti giocatori preferiscono giocare al nuovo capito del calcistico su Steam a tal punto da farlo entrare in top 20.
  • Payday 3: con 77.938 il simulatore di rapine arrivato al proprio terzo capitolo riscuote un discreto successo tra i giocatori, che apprezzono l'esperienza cooperativa nonostante i problemi rivelati dal gioco.
  • Wo Long: Fallen Dynasty con 75.906 si rivela un degno successore di Nioh il gioco ci porta in ambientazioni diverse dal solito e il momento storico preso in esame è riuscito a portare con migliaia di giocatori all'interno della Cina dei tre regni
  • Overwatch 2: con 75.608 l'opera targata blizzard che ha cercato di rianimare il brand di Overwatch sembrava aver scaturito di nuovo qualcosa tra gli appassionati dell'avvincente gioco che vinse il GOTY nel 2016
  • Street Fighter 6: con 70.573 il piacchiaduro di capcom conferma la genuinità del brand, dimostrando ancora una volta le capacità del brand di tenere alto l'interesse per il proprio gioco nonostante gli anni.

 

La classifica dei titoli più giocati, ci rivela ancora una volta quanto i videogiocatori stiano tornando indietro, verso una concezione dei videogiochi più a scopo ludico che competitivo e quanto rappresentato dalla moltitudine di indie game, inoltre ci racconta ancora quanto i giochi possano essere stupefacenti anche se prodotti a basso budget. 

 

Nel 2023 inoltre l'Italiano ha perso una posizione nella classifica delle lingue usate nei videogiochi, trovandosi ora in 9° posizione davanti al Cinese Tradizionale, ma dietro al coreano ed al russo, purtroppo questo è dovuto anche ad un numero molto esiguo di giochi prodotti nel nostro paese.

Consigliati