Fortnite: avevamo bisogno del survival Lego ?

Arrivano le feste ed il brand di giocattoli per eccellenza annuncia la sua nuova collaborazione in termini videoludici e questa volta le cose hanno preso una piega inaspettata

Oggi 10 dicembre alle 10 del mattino Lego Fortnite si conferma con 958 mila giocatori online su questa modalità, imponendosi come la più giocata del gioco e battendo le modalità canoniche come quella battle royale e zero build le quali insieme contano a mala pensa 600 mila player, un numero straordinario pensando a ciò che si nasconde alla base del gioco e di quanto i giocatori siano riusciti ad innamorarsene velocemente, ma la domanda che in molti si pongono, come successe anche all'esplosione di Fortnite è, cosa ci cela dietro a questo enorme successo ?

Il solito survival game?

Come già detto in molti stanno cercando di rispondersi sul perchè questa modalità sia divenuta così popolare nel mondo in così poco tempo, mentre giochi come Minecraft o altri ci hanno messo parecchio tempo non riuscendo magari neanche a raggiungere questa mole di player contemporanei.

 

Una delle prime risposte che ci possiamo dare per narrare del successo dell'ennesima manovra ideata da Epic è che il gioco sia completamente gratuito, pensiamo già solo alla modalità iniziale di Fortnite quella che in molti neanche conoscono, la modalità salva il mondo è alla base quella di un survival con zombie sulla falsa riga  di Seven Days to die per i più navigata, la suddetta modalità che all'inizio era anche l'unica usciva a pagamento un costo abbastanza irrisorio che in quel periodo specifico si lancia in un mare di altri survival che cercavano chi più chi meno di centrare il super successo ottenuto da minecraft.

 

La modalità salva il mondo divenne poi un add-on alla battle royale gratuita che tutti noi conosciamo, ancora oggi infatti si può acquistare dal negozio di gioco, Epic decise poi di annunciare che la modalità survival sarebbe divenuta completamente gratuita durante il ciclo vitale di Fortnite stesso e anche se oggi non abbiamo tra le mani salva il mondo, la modalità Lego Fortnite è completamente gratuita e basata su una modalità survival o sandbox.

Mattoncini lego alla riscossa

Il periodo natalizio è sicuramente uno dei periodi migliori per l'industria dei mattoncini più amati al mondo, la manovra di mercato però di legarsi indissolubilmente ad un brand spiccatamente votato per essere uno dei videogiochi più giocati dai giocatori più giovani è pura genialità, ci piacerebbe fare un raffronto terminato il periodo delle feste con i dati di vendita dei Lego del 2022 rispetto a quelli del 2023 perchè sicuramente i dati ci rivelerebbero un incremento cospicuo delle vendite.

 

Ricordiamo una cosa molto importante, il brand Danese è attivo sul mercato dei giocattoli dal 1949, da allora il brand si è sempre saputo ri inventare con il passare del tempo, non a caso tra venti cinque anni si festeggerà il primo secolo targato lego, i giochi Lego, per quanto alla base possiedano sempre la stessa funzionalità ovvero essere un gioco creativo basato sulle costruzioni più o meno complicate, negli anni ha deciso di investire tanto anche nel settore dei videogiochi.

 

Il primo gioco in assoluto in cui figurava il brand Lego pensate, viene rilasciato nel 1995, a quell'epoca colui che sta scrivendo questo articolo non era ancora neanche nato per intenderci, eppure da allora i giochi targati Lego riuscirono a riscuotere grande successo, il primo grande titolo fu sicuramente quello uscito nel 2005 con Lego Star Wars the videogame, il quale sottoscritto ha spolpato e completato al 100%, fin da allora però si capi quanto lego fosse avvenieristica e cercasse i brand più popolari ai quali legarsi per cercare di ottenere il proprio successo, Harry potter, Indiana Jones, Marvell, DC, Il signore degli anelli solo alcuni dei brand che decisero di legarsi al brand prima di Fortnite per creare connubi che comunque hanno lasciato segni indelebili sul proprio cammino.

 

Qualità dei giochi lego

Una delle tematiche che più tiene banco quando si parla di Lego Fortnite è l'incredibile qualità e cura dei dettagli che è stata riposta nella creazione di questa partnership, ricordiamolo la stessa lego produce già anche i propri set fisici dedicati al mondo di Minecraft, eppure la scelta per cui si è optato di fronte a questa collaborazione è di tenere un mondo molto Fortnite ci verrebbe da dire a livello di ambienti e introdurci i mattoncini Danesi.

 

Una delle chiavi forse che ha reso questo gioco così celebre anche tra giocatori di fasce d'età più alte è il fatto che per quanto il mondo di gioco poi vada a completarsi con tantissimi elementi lego, come le costruzioni, i nemici etc, il tutto non rindonda sembrando un gioco per bambini, ma anzi crea un ambiente quanto più rilassante possibile.

 

La scelta di creare mondi non condivisibili con estranei per il momento ci piace molto, per entrare bisogna essere invitati o ricevere una chiave evitando poi di creare un ambiente competitivo e frustrante come capita ad esempio in giochi come Rust. In oltre le scelte del team di sviluppo premiano la voglia di avventurarsi nel mondo richiedendo materiali e loot diversi all'interno del mondo di gioco reperibili solo in determinate aree costrigendo i player ad uscire dalla propria comfort  zone.

 

La componente survival del gioco, dopo un primo giorno con alcune problematiche relative alla barra della fame, funziona perfettamente, non richiede grandi sforzi per essere capita e permette a grandi e piccini di giovarne, non a caso anche nella creazione del mondo ci verrà data la possibilità di impostare alcuni parametri che ci permetteranno di avere un mondo più o meno punitivo.

 

La scelta di convertire alcune delle skin più amate del proprio gioco in personaggi lego, non possiamo non trovarla geniale, creando mondi veramente molto variegati e con i personaggi non giocanti sempre diversi che verranno a bussare alla porta del nostro villaggio creeranno un ambiente molto colorato è super godibile.

 

Noi ci stiamo giocando tantissimo da quando è stata lanciata questa modalità, ci sentiamo di consigliarvi di radunare gli amici e di prepararvi a un weekend o a giornate intere di spasso, a cercare di scovare ogni singolo elemento di questo enorme gioco procedurale, con la spensieratezza di un survival senza troppe pretese.

 

 

 

Consigliati