FaZe Clan vincono il primo trofeo in LAN di Counter-Strike 2

Dopo un lancio controverso e piagato da bug, Counter-Strike 2 ha appena visto completarsi il suo primo torneo di alto livello, con la vittoria del FaZe Clan a Sidney.

22/10/2023

Il ritorno di Counter Strike

Il lancio di Counter-Strike 2, successore del leggendario CSGO, non è stato semplice, fra bug, exploit e cambiamenti al gunplay e al movimento, molti fan avevano perso fiducia nello sparatutto targato Valve, ma niente aiuta a mostrare le potenzialità di un gioco come CS quanto vederlo giocato ai livelli più alti e questo è stato possibile questo weekend all'Intel Extreme Masters di Sidney.
Vedere il ritorno del CS di prima categoria in Australia è stata un emozione già abbastanza forte, la community australiana infatti è appassionatissima e hanno dovuto aspettare questo momento per 4 anni (L'ultimo evento a Sidney fu infatti l'IEM Sidney 2019, vinto dal Team Liquid), ottenendo il privilegio di vedere la nuova incarnazione del leggendario FPS tattico dare del suo meglio sul palcoscenico.

FaZe, i campioni nati

I vincitori del torneo sono forse la squadra più adatta ad iniziare una nuova era di CS, il FaZe Clan, una squadra multiculturale composta dal capitano danese Finn "Karrigan" Andersen, l'AWPer Helvjis "broky" Saukants e i rifler Havard "rain" Nygaard, Russel "Twistzz" Van Dulken e Robin "ropz" Kool.

Un percorso difficile  

Arrivati al torneo come uno dei team favoriti, ma con l'ombra dell'ultimo torneo di CSGO, la ESL Pro League, in cui ottennero un risultato molto deludente (sconfitti dai giovanissimi MOUZ prima dei quarti di finale) e all'inizio la loro brutta traiettoria sembrava continuare, con una sconfitta inaspettata da parte dei GamerLegion che, guidati dalla leggenda della community polacca Janusz "Snax" Pogorszelski, hanno sorpreso i FaZe e mandati nella lower bracket, dove si sono trovati davanti un altra squadra che aveva perso a sorpresa il match d'apertura, i favoritissimi Vitality.
I Vitality erano considerati la squadra più forte al mondo e il loro asso, Mathieu "Zywoo" Herbaut è quasi sicuramente il giocatore più forte che Counter-Strike abbia mai visto, ma vuoi che sia stato il passaggio a CS2 o un pò della magia che i FaZe ogni tanto riescono a tirare fuori nel momento del bisogno, in una serie di 3 mappe combattutissime i FaZe la spuntano grazie a una performance eccellente del 29enne rain che con le sue 60 kill in 3 mappe ha ricordato alle giovani stelle dei Vitality, Zywoo (22 anni) e Shahar "FlameZ" Shushan (20), che l'età in CS è solo un numero.
Dopo i Vitality c'è stata una vittoria contro i Natus Vincere, orfani della loro superstar Oleksandr "S1mple" Kostyliev, che ha portato alla rivincita contro i GamerLegion, stavolta però i FaZe erano preparati per le tattiche di Snax e trascinati da una performance mozzafiato di broky, la squadra europea ha timbrato i suoi biglietti per i playoff.

I playoff dell'IEM Sidney

Mentre i FaZe si assicuravano il lor ingresso nella top 8, abbiamo visto molte altre squadre affrontarsi e fra queste ci sono state grandi delusioni, come quella dei russi Cloud 9, che nonostante un roster pieno di stelle come Denis "electronic" Sharipov e Dmitry "Shiro" Sokolov, non riescono a trovare la quadra, ma ci sono state anche delle grandi sorprese come i BetBoom, squadra giovanissima che include i più grandi talenti della community russa e i Complexity, l'unica squadra a maggioranza americana che ha partecipato all'evento, capitanati dal sudafricano Johnny "J.T." Theodosiu.

L'inarrestabile FaZe Clan

A completare i playoff c'erano poi i giganti come i G2 di Nikola "NiKo" Kovacs, la superstar bosniaca che ha dominato CSGO, gli ENCE, un mix dei migliori giocatori tattici di tutta Europa che da maggio si è affermata come la squadra più costante al mondo e i MOUZ, la squadra più giovane del torneo (età media 20 anni) e vincitori della ESL Pro League, anche se privati della loro superstar classe 2005 Jimmi "Jimphat" Salo per ragioni di visto lavorativo.
Durante i quarti di finale però si respirava un aria diversa fra i FaZe, che ormai sembravano completamente rinvigoriti dopo l'inizio burrascoso e i loro avversari, gli ENCE, non hanno avuto alcuna chance di fermare quello che sembrava un treno in corsa, con i FaZe che dominano la prima mappa 13-5 per poi sbattere la porta in faccia all'org finlandese con il primo 13-0 della storia di CS2 competitivo, facendo vedere che i FaZe in poco tempo si sono adattati magistralmente al nuovo gioco.
Stesso discorso anche la semifinale con i MOUZ, dominati su Nuke 13-4 da Twistzz, che aveva iniziato il torneo in sordina ma ha saputo risvegliarsi quando contava, per poi eliminare la promettente squadra di Kamil "Siuhy Szakaradek 13-9 su Vertigo, dando l'accesso ai FaZe alla finale.  

L'ultimo ostacolo

Ma dall'altro lato del server, nell'Aware Super Theatre completamente esaurito, non c'erano i G2 che tutti si sarebbero aspettati, ma i Complexity, gli americani infatti sembravano indemoniati, soprattutto la loro stella Jon "EliGE" Jablonowski, campione in carica del torneo insieme a Twistzz, i due ex-compagni di squadra si sarebbero affrontati in una resa dei conti con in palio 100 mila dollari.  

La Finale

La finale è iniziata su Overpass, la mappa più forte dei Complexity, che hanno subito mostrato gli artigli con JT, che giocando in modo molto aggressivo e veloce ha colto alla sprovvista i FaZe in numerosi round, nulla ha potuto Ropz che nonostante un round vinto 1v3 ha dovuto cedere la mappa agli americani per 13-11.
La seconda mappa è stata Nuke, stavolta i FaZe hanno mostrato la loro abilità tattica con giocate che hanno saputo distruggere i setup difensivi dei Complexity, che nonostante tutto hanno combattuto con tenacia prima di cedere 13-10.
La mappa finale è stata Ancient, che inizialmente sembrava essere dominata dai FaZe che hanno vinto 9 round in difesa contro i 3 in attacco dei Complexity, ma a sorpresa i Complexity si sono saputi rialzare, ispirati da un 1v1 miracoloso del capitano JT e dalle giocate del loro cecchino Haakon "hallzerk" Fjaerli, hanno forzato la partita che sembrava già vinta dai FaZe ai supplementari, in cui dopo 11 round tesissimi i FaZe l'hanno spuntata e hanno potuto alzare il trofeo di fronte alle centinaia di fan australiani che hanno potuto vedere la prima pagina del nuovo capitolo di Counter-Strike.

Consigliati