Annunciata l'eFIBA World Finals di NBA 2K24

Annunciata dalla FIBA, l'ente internazionale che governa il Basket, la seconda stagione della competizione internazionale che si svolgerà su NBA2K24 e vedrà gli 8 migliori team al mondo affrontarsi dal vivo.

16/8/2023

Rinnovata per la seconda stagione la eFIBA, la competizione internazionale NBA2K, creata dalla FIBA, il corpo che governa il basket in tutto il mondo per promuovere la competizione esport del basket, sarà giocata sul nuovo titolo NBA2K24, in uscita a settembre e coinvolgerà 61 federazioni nazionali in tutto il mondo, che competeranno in tornei regionali online (gestiti dalla compagnia ESL FACEIT) per accedere alle finali dal vivo.

I partecipanti all'eFIBA

Per accedere alle finali dell'eFIBA bisognerà battere i propri rivali regionali, le regioni saranno 4, Americhe, Europa, Africa e Asia (che includerà anche l'Oceania), solo 2 squadre per regione avranno accesso alle finali, quindi solo 8 squadre potranno giocare dal vivo.

L'Italia competerà ovviamente nella regione europea, che vanta della competizione più grande, con ben 26 federazioni che competeranno nel torneo online di Ottobre, fra le più degne di nota ci sono la Turchia, campioni in carica della stagione 1 e la Francia.

Nel resto del mondo parteciperanno 14 federazioni in Africa, 6 dal Nord America, 5 dal Sud-Est Asiatico, 4 dal Sud America, 4 dal Medio Oriente e 2 federazioni oceaniche, portando il totale a 61, il doppio rispetto alle 30 della prima stagione, segnando una grandissima crescita dell'interesse verso la competizione da parte di tutto il mondo, che sembra parallela con la crescita della popolarità del basket al di fuori delle zone di interesse tradizionali (Nord America) e verso nuovi mercati come l'Europa dell'est, l'Oceania e nazioni come la Cina, le Filippine e l'Arabia Saudita.

La collaborazione con ESL FACEIT

Per gestire il lato esport, FIBA si è affidata a ESL FACEIT, la compagnia di organizzatori di tornei videoludici che organizza tornei in quasi ogni esport più importante, principalmente Counter-Strike e DotA 2, ci si può aspettare dagli organizzatori la massima affidabilità e la capacità di creare un esperienza facile da capire anche per coloro che non sono familiari con il competitivo di NBA2K

Le preoccupazioni riguardo NBA2K

Purtroppo c'è un grande punto di domanda che pende sopra tutto l'evento, ovvero l'adeguatezza di NBA2K come esport, infatti erano state mosse molte critiche all'edizione 2023 del gioco, riguardo il bilanciamento dei giocatori, l'accessibilità delle carte più forti e in generale per il feeling pay-to-win che pervadeva la modalità MyTeam, fomentata soprattutto dalla casa d'aste, l'hub in cui era possibile ottenere le carte giocatore più forti, spesso a prezzi altissimi, che erano accessibili solo ai giocatori che ingaggiavano con il sistema di microtransazioni.

Oltre al problema dell'accesso ai giocatori per tutti, 2K23 era stato criticato per la scarsa varietà nel "metagame" con pochissime strategie veramente efficaci ai massimi livelli che hanno reso la prima edizione dell'eFIBA un pò ripetitiva nel gameplay, ma ci si augura che 2K abbia ricevuto le critiche dei fan e che NBA 2K24 sia un gioco degno di essere visto come un esport di alto livello.

Consigliati