Valorant: I 20 stars vincono il Tormenta

Dopo un percorso molto lungo e duro, il team dei 20 stars trionfa alla finale dal vivo del tormenta, noi abbiamo chiesto a Sifo le opinioni del team

Dopo un percorso iniziato online l'11 Novembre la squadra dei 20 Stars esce vittoriosa dalle fasi finali del circuito tormenta giocate in Milan Games week 2023.  Per avere una visione più completa d'insieme dell'evento e della grande impresa compiuta da questi ragazzi abbiamo voluto intervistare Sifo esports manager del team.

La finale ed il cammino verso di essa

Da ormai diverso tempo Qlash ha in gestione tutto il circuito tormenta e dopo la finale disputata al Lucca comics and games, la seconda tappa del circuito ci ha portato alla Milan Games week, quattro team proveniente dai qualifier che si scontrano per ottenere la gloria e punti del circuito tormenta, il quale ricordiamolo è collegato al Blooming Talents, la serie B del Rinascimento.

 

La due giorni di Valorant ci racconta fin da subito, delle grande dominanza della squadra dei 20 Stars che porta con se tanto talento giovane e completamente Italiano. Il talento di costa e compagni vacilla su game uno dove arrivano alla vittoria 13-10, ricordando che l'avversario vanta 2 ex player di Hmble e Qlash che hanno militato in Agents Series.

 

Il percorso fino alla finale dopo mappa uno del game due è presso che perfetto, concatenano 4 mappe consecutivamente vinte riuscendo nell'impresa di sbarazzarsi di ogni avversario dei 3 presenti nel bracket senza nessun eccezione. Risultato dal valor ancora più incredibile pensando che nella squadra dei Sardegnaenjoy, si trovava Dudley vecchia conoscenza del circuito Italiano ed internazionale nella squadra degli Yutoru.

 

La prima lan è ormai in archivio e per il 2023 la squadra dei 20 Stars chiude in prima posizione nella graduatoria della circuito Tormenta, entrando di diritto tra le squadre più interessanti per il 2024 di Valorant Italia.

 

Le parole di Simone Pes  "Sifo"

Ciao Simone, è un piacere averti qui con noi, presentati per chi non ti conosce e non ha mai sentito parlare di te ? e che posizione ricopri in 20 Stars?

Ciao a tutti io sono Simone Pes, in arte "sifo". In 20 Stars ricopro diverse posizioni, partendo dal lato amministrativo, gestisco tutto il comparto dei competitivi assicurandomi che tutto vada nella direzione giusta, ma il mio focus principale rimangno gli Fps. Tanto e vero che nel team di Valorant mi sto occupando della squadra più sul livello mentale e di gestione extra campo, ma dopo questa lan, con una ritrovata voglia di tornare a competere ad altissimi livelli, sto recuperando tutta quella parte teorica che mi serve per comprendere determinate cose del sistema di Valorant per andare ad espandere tutto il coaching staff, aggiungendo un'altra figura oltre il coach che già sta lavorando per noi e che ha ottenuto risultati pazzeschi con questi cinque ragazzi. Vincendo il Tormenta.

Ma Simone come mai avete scelto questi cinque giocatori, i quali erano presso che degli sconosciuti prima di questo torneo ? inoltre raccontaci un po' di come siete arrivati poi a metterli insieme.

Il team in realtà l'abbiamo trovato già pronto, stavano già provando tutti insieme senza org, ma con già alle spalle il loro attuale coach Quality, il ragazzo che si vede dietro di loro durante tutta la fase finale del Tormenta plus insieme a me. La fase di selezione è stata abbastanza tranquilla, arrivando e presentandosi già come squadra Quality ha dovuto fare solo due scelte, le quali si sono rivelate davvero vincenti, soprattutto siamo riusciti a pescare questo talento da fuori Italia ma con genitori Italiani che è Golack, in somma siamo stati un po' fortunati, ma in questo settore a volte la fortuna della devi anche costruire facendoti trovare al posto giusto al momento giusto. Il lavoro di team building per creare l'affiatamento dai ragazzi è stato davvero marginale per ciò che riguarda 20 Stars, mentre c'è stato un ottimo lavoro, voglio sottolinearlo ancora, da parte di Quality all'inizio del progetto.

Avevano già avuto esperienze competitive rilevanti ? Come li hai visti di fronte alla loro prima lan ?

Questa era la prima lan per tutti quanti ad eccezione di Golack che aveva già partecipato ad una lan in Inghilterra, infatti è stato un banco di prova importante per la società vedere come si comportavano i ragazzi di fronte alla gestione della pressione di una lan abbastanza importante, non tanto per il torneo di per se, per quanto sia propedeutico alla crescita del giocatore il Circuito Tormenta, quanto alla location del Torneo, la Milan Games week con una quantità di persone che anche solo fermandosi ad osservare il match ti in alzano la pressione, una cosa che sicuramente a casa nella tua camera non hai. Diciamo che hanno passato l'esame lan a pieni voti, non ho mai visto un secondo di esitazione e agitazione durante tutto il torneo, neanche sul palco del main stage.
Golack ha avuto esperienza competitiva all'esterno del circuito Tormenta, mentre gli altri  hanno avuto già diverse esperienze ma di poco conto.

Ci puoi fare una piccola anticipazione sul futuro della sezione di Valorant per 20 Stars? 

Il nostro futuro è brillante, la nostra idea dopo aver superato questo banco di prova è quello di creare qualcosa sul lungo periodo, infatti la volontà del team e della squadra in se è quella di stare insieme anche a di scapito di offerte, che possono o non possono arrivare dall'alto, pur di rimanere insieme. L'obiettivo è quello di centrare il Rinascimento entro il 2024, con i giusti mezzi, sono più che sicuro che ce la faremo. Per quanto riguarda invece più la parte org quella finanziaria, prima della finale c'è già stato da parte dei soci, la volontà di ri allocare il budget da altri titoli a Valorant, ma soprattutto vogliamo puntare sul fps di Riot,  perchè in questo momento in Italia sembra essere uno dei titoli più attivi e che permette più semplicemente di scalare per arrivare ai massimi livelli competitivi. Vogliamo l'Europa.

Qual è l'effort che metterete dietro al team ora finita questa lan ?

La nostra volontà è quella di cercare di riunirli di nuovo, pur in assenza di altre qualifiche a lan etc, in cui cercheremo di rafforzare uno spirito di squadra già altamente strutturato, il quale sinceramente non lo vedevo già da diverso tempo. Vogliamo sviluppare i giocati a livello individuale anche personalmente, in modo da poter creare una loro identità social. Vogliamo puntare fortissimo su di loro.

 

Consigliati