TGA: Ecco i vincitori più interessanti

Nella notte tra il 7 e l'8 Dicembre si sono tenuti i The Game Awards 2023 e con essi sono stati assegnati numerosi premi di categoria

Durante la nottata si sono svolti i The Game Awards, gli oscar del mondo dei videogiochi, i premi di categoria che chiunque lavori in questo settore sogna di poter alzare almeno una volta durante la propria carriera, noi come per le nomination abbiamo pensato di farvi un riassunto di ciò che è successo portandovi i risultati dei premi più interessanti.

I più premiati della serata

Come già detto, ma ci teniamo a sottolinearlo vi riportiamo solo i premi più interessanti, per poter vedere tutti i vincitori vi potete rifare al sito ufficiale della premiazione.

 

Partiamo dai più premiati, nella serata di gran gala del video gioco solamente 2 giochi sono riusciti nell'impresa di vincere 3 game awards a testa: Baldur's Gate 3 e Alan Wake 2.

 

Alan wake 2 è stato votato come gioco con la miglior narrazione, la migliore direzione artistica e la miglior direzione generale, un ottimo bottino per il titolo sviluppato da Remedy e pubblicato da Epic, considerando i 13 anni che sono intercorsi tra il primo ed il secondo capitolo. Il gioco horror in cui impersoniamo l'omonimo scrittore, fa scrivere una pagina importante della storia video ludica, non a caso il qui presente che sta scrivendo questo articolo aveva votato proprio l'opera di Remedy anche per il Game Of the year 2023.

 

Baldur's Gate 3 è l'unico altro titolo in grado di portarsi a casa 3 awards, il titolo sviluppato dai Larian studios non è solamente uno dei pochissimi titoli ad aver raggiunto il massimo di stelle su Steam, non è solo uno dei migliori Rpg della storia, con uno dei migliori adattamenti di una delle storie più amate del mondo dei giochi da tavolo targati Dungeon's and Dragons, ma è il game of the year 2023 davanti a giochi come Marvel's spider man 2 e lo stesso Alan wake 2.

 

Il gioco sviluppato da Larian prende le dinamiche che già avevamo amato e spolpato di Divinity e le applica ad un contesto moderno, creando non solo un ambiente di gioco dinamico e pazzesco sotto l'aspetto grafico, ma coinvolgente per  spettatori che prima d'ora non si erano mai avvicinati al genere. Oltre al GOTY, al The Game Awards, si aggiudica il titolo come best multiplayer, un titolo che non è incentrato sul pvp ma sul pve questa cosa è pazzesca pensando agli ultimi anni e vince indiscutibilmente come miglior gioco di ruolo dell'anno. Ricordiamo che nella categoria del best gioco di ruolo vi sono mostri sacri del calibro di Dragon's age inquisition, The witcher 3 o Elden Ring per citare solo alcuni dei giochi che hanno fatto la storia .

 

Nella categoria esports Riot domina

Per quanto riguarda l'anno appena trascorso è indiscutibile il predominio di Riot Games in termini non solo di qualità degli eventi ,ma anche di seguito dei propri giochi portati sul grande palco intercontinentale, quello che è certo pensando in termini di assegnazione di nomination in alcune categorie, che il calendario del mondiale purtroppo prevedeva le fasi finali dopo la chiusura delle votazioni per scegliere i nominati. 

 

Per quanto riguarda Valorant, il gioco FPS, targato Riot Games si porta a casa un anno sontuoso vincendo il titolo come miglior gioco Esportivo dell'anno battendo la concorrenza non solo del fratello maggiore di Riot League of Legends, ma battendo anche i due mostri sacri del settore come Dota 2 con l'internationals di quest anno davvero pauroso ed il sempre vivo Counter Strike arrivato al suo secondo capitolo. Non finisce qui però per Valorant ai The Game Awards, perchè Christine Chi "Potter" coach degli Evil Geniuses vince il titolo come miglior coach dell'anno, grazie alla vittoria quest estate del VCT di Los Angeles contro i paper rex, una vittoria importante anche per la percentuale di donne a ricoprire ruoli importanti in team maschili di questo livello.

 

Chi torna però a casa con la pancia piena è League of Legends perchè gli ultimi 3 awards assegnati all'esports se li aggiudicano loro, perchè il best esports event va ai mondiali di League of Legends, non poteva essere altrimenti con la finale mondiale tra gli Weibo Gaming e i T1 divenuto l'evento esports più visto della storia, in oltre da quella finale vince un altra volta per un altro anno un giocaotre presente a quella finale il premio come miglior atleta esportivo, Faker non solo si porta a casa l'ennesimo mondiale ma vince anche il premio come miglior giocatore dell'anno battendo la concorrenza di giocatori davvero fenomenali. L'ultimo trofeo lo vincono i JD gaming che si portano a casa l'MSI 2023 e il titolo di primo seed Cinese, per questo awards siamo sicuri che se le votazioni fossero state chiuse leggermente più avanti avremmo avuto i T1 a trionfare anche in questo.

I migliori giochi di categoria

Non solamente esports e giochi che fanno incetta di premi, perchè abbiamo avuto anche grandi sorprese e alcune conferme nelle altre categorie: Ad esempio miglior gioco per Famiglie Super Mario Bros Wonder vince a mani basse, Honkai star rail vince come miglior gioco mobile, Street fighter 6 invece vince come best Fighting game, The last of us vince meritatamente il miglior addatamento videogioco serie tv.

 

 

Se queste erano un po' le conferme che ci aspettavamo, le sorprese invece sono state diverse: Armored Core con i suoi robottoni giganti e tante botte da orbi vince come miglior gioco d'azione, Hi-fi rush come best audio design surclassando anche nomi molto importanti, Sea of stars vince il best indie game, io purtroppo sono rimasto molto deluso da questa categoria, Cyber punk 2077 vince il premio come best ongoing game e poi forse uno dei meno attesi in assoluto, The Legend's of Zelda Tears of the Kingdom vince come best action adventure battendo alcuni mostri sacri clamorosi.

 

Questi sono i premi del The game awards che abbiamo seguito con maggior interesse e che riteniamo più rilevanti per il settore, per alcune categorie in molti sapevano che il voto era meramente una pratica formale per assegnare dei premi già assodati, ma per altri siamo rimasti davvero sorpresi. 

Consigliati