Inizia oggi la Valorant Game Changers 2023 Championship

Inizia oggi l'atto finale del circuito GC di Valorant, le migliori giocatrici di Valorant di tutto il mondo si scontreranno a San Paolo per il titolo di miglior team femminile, con un montepremi di 500mila dollari

28/11/2023

Inizia oggi l'evento più prestigioso del circuito Game Changers, la GC 2023 Championship, che vedrà 8 dei team femminili di Valorant più forti al mondo scontrarsi a San Paolo, in Brasile, fra i partecipanti spiccano le campionesse in carica G2 Gozen, con un roster diverso da quello vincitore nel 2022 dopo la partenza di Julia "Juliano" Kiran e Maryam "Mary" Maher, sostituite da Vivian "roxi" Schilling e Sarah "sarah" Ahmed e le americane Shopify Rebellion, che hanno acquisito il roster delle Version 1, capitanato da Melanie "meL" Capone.

Le favorite per il trofeo

Le già citate Shopify Rebellion sono considerate dagli esperti come le favorite per la vittoria finale, soprattutto per le qualità di leadership di meL e il talento cristallino di Ava "florescent" Eugene, la classe 2006 è considerata il talento più grande che sia mai visto nella scena femminile dai tempi di Mary e può vantare di pezzi di supporto di altissima qualità come Nicole "Noia" Tierce e Alexis "alexis" Guarrasi. 

 

Dall'Europa invece le favorite non sono più le G2 Gozen, bensì le turche BBL Queens, un team giovanissimo (età media 19.5 anni) che ha completamente ribaltato la scena GC europea sotto la guida di Aleyna "Vania" Keskin, che svolge sia il ruolo di capitano del team che quello di superstar, con le sue abilità come controller paragonate a quelle di giocatori del circuito maschile, come Jimmy "Marved" Nguyen o Kim "MaKo" Myeong-gwan.

 

Per finire la lista delle favorite vanno citate anche le padrone di casa Team Liquid Brazil, il team guidato da Natalia "daiki" Vilela presenta forse il livello di meccaniche più alto al torneo, con la duelist Paula "bstrdd" Naguil che è stata una delle mattatrici del circuito GC sudamericano per ormai 2 anni di fila, accompagnata da giocatrici del calibro di Leticia "joojina" Paiva e Vitoria "bizerra" Vieira.

I team che possono sorprendere

Tra i team di Valorant assolutamente da non sottovalutare ci sono le SMG GC, la squadra che si è qualificata attraverso il difficilissimo qualifier asiatico, senza mai perdere nemmeno una mappa e vanta una delle giocatrici con le statistiche migliori al mondo, l'indonesiana Odella "enerii" Abraham oltre che una delle poche giocatrici di controller che può paragonarsi a Vania nel dipartimento di fragging, Kelly "shirazi" Jaudian  e la giocatrice dell'anno per VALO2ASIA Abigail "Kohaibi" Kong, dando a questo team l'aspetto di un vero e proprio superteam asiatico, pronto a far vedere di cosa è capace la regione a livello internazionale.

 

Un altro team che ha la capacità di risvegliarsi in LAN sono le G2 Gozen, che hanno passato un anno difficile dopo l'addio della IGL Juliano (che è tornata a giocare a Counter-Strike, il gioco su cui ha iniziato la sua carriera) e di Mary, con le sostitute sarah e roxi che purtroppo non sono riuscite ad essere all'altezza delle 2 fuoriclasse, ma il team di veterane non va assolutamente sottovalutato, Michaela "mimi" Laintrup, Petra "Petra" Stoker e Anastasia "Glance" Anisimova sono già state campionesse e sanno come sopravvivere all'enorme pressione che si crea durante un evento come questo, soprattutto considerando che questa è la primissima LAN di questo livello per le giovanissime star degli altri team come florescent e Vania.

Consigliati