ZooComix, tre giovani cosplayer muoiono in un incidente stradale

La community Cosplay italiana colpita dalla tragica morte dei tre ragazzi calabresi

CREDITI: Dreamstime

Marcella, Silvia e Antonio, questi i nomi dei tre ragazzi che nella notte di domenica 17 marzo, hanno perso la vita in un tragico incidente stradale.

 

Lo scontro durante il viaggio di ritorno da Zoocomix

Secondo quanto riportato dai media, i tre ragazzi, indossavano ancora i loro costumi quando la loro auto, una Peugeot è stata coinvolta in uno scontro frontale con un’altra vettura, un BMW,  lungo la Statale 100, nei pressi di Mottola. Marcella 27 anni, Silvia, 23 anni e Antonio, 32 anni si erano recati insieme a Fasano in occasione di ZooComix di Fasano, la manifestazione che raccoglie migliaia di cosplayer da tutta la Puglia e non solo. Mentre i tre ragazzi non sono sopravvissuti allo scontro, la famiglia a bordo della BMW invece è riuscita a trarsi in salvo, riportando ferite non fatali; secondo quanto riportato, il bambino di 11 anni sarebbe già stato dimesso dall’ospedale mentre il padre e la madre sono rispettivamente ricoverati presso i reparti di ortopedia e chirurgia. 
 

La Statale 100 è ben nota alle forze dell’ordine per essere una strada che, fin troppo spesso, è teatro di tragici incidenti e, mentre la Procura di Taranto ha avviato le procedure per chiarire le dinamiche dell’incidente, sul tema della sicurezza stradale è intervenuto il Consigliere regionale Vincenzo di Gregorio: 

Atri tre morti sulla Statale 100, ancora all’altezza di Mottola. Da mesi, a seguito dell’incessante susseguirsi di incidenti gravi e mortali su quel tratto di strada, abbiamo chiesto all’Anas un piano di misure urgenti per migliorare la viabilità e la sicurezza di questa importante e strategica arteria stradale. Abbiamo il dovere di fermare questa carneficina, altrimenti saremo tutti responsabili. erve un’unità di crisi che finalmente affronti e fermi questa strage di vite umane sulla Statale 100

 

I tre ragazzi erano tutti originari di Vibo Valencia, tutti appassionati di fumetti e anime, e insieme con  Antonio alla guida di una Peugeot, avevano deciso di partecipare a Zoocomix di Fasano per incontrare i loro personaggi preferiti dal mondo dei comics e del cosplay. 

 

Dalla Community alle Istituzioni

Una morte tragica, una scena straziante che ha colpito tutta la comunità dei cosplayer italiani. Una morte accidentale, sì, ma che interventi dell’amministrazione, che ben conosce la pericolosità della Statale 100, avrebbero, forse, potuto evitare. La riflessione risulta poi particolarmente urgente in concomitanza di eventi come lo Zoocomix che, inevitabilmente, contribuiscono alla congestione dei flussi di traffico usuali, aumentando il rischio di incidenti stradali. La Statale già a novembre scorso era stata protagonista, ancora una volta, di un incidente che aveva causato la morte di tre militari della Brigata Pinerolo 7/o Bersaglieri di stanza ad Altamura e un 60enne del Barese. 

 

Gli eventi dedicati ai mondi dei fumetti, dei videogame e dei cosplay, sono eventi di festa, dove riunirsi e condividere interessi e passioni. Quando morti così tragiche che coinvolgono ragazzi giovanissimi si verificano all’interno di cornici in cui dominano le passioni e le amicizie, lo stridore si fa ancora più forte e a gran voce sembra risuonare la richiesta corale che, accanto alle manifestazioni, ci sia sempre un altissimo livello di organizzazione che coinvolga tutti, dalle Istituzioni alle Forze dell’ordine, per garantire la sicurezza delle location dell’evento e dei collegamenti.

Consigliati